Traffico dei pagamenti: prodotti innovativi nel Digital Banking

Traffico dei pagamenti digitale – Vantaggi in termini di efficienza per le imprese

La digitalizzazione del traffico dei pagamenti progredisce. Grazie alle soluzioni digitali gli istituti finanziari, tra cui Credit Suisse, offrono modalità di pagamento più semplici e sicure ai loro clienti. Fatture QR, eBill, ecc.

L’offerta nell'ambito del traffico dei pagamenti è in costante crescita

L'efficienza e la sicurezza sono fondamentali per le imprese svizzere, sotto molti punti di vista. Soprattutto per quanto riguarda i processi quotidiani, gli imprenditori desiderano una gestione rapida, semplice e sicura. La progressiva digitalizzazione risponde a questa esigenza e offre la base per innovazioni d’avanguardia in grado di semplificare importanti attività per le imprese.

Credit Suisse, in qualità di banca per gli imprenditori, ritiene di fondamentale importanza elaborare procedure per i vostri clienti che siano adeguate ai più recenti sviluppi del mercato e alle esigenze dei clienti. L'ampia offerta per il traffico dei pagamenti si estende da soluzioni di base fino ai più complessi strumenti di cash management multibanking ed è in grado di soddisfare tutte le esigenze dei clienti. Gli esperti di Credit Suisse assistono gli imprenditori nella fase di valutazione, dall'analisi del fabbisogno fino all'implementazione della soluzione più adatta.

Il traffico dei pagamenti digitale offre alle imprese soluzioni innovative.

Le innovative soluzioni di pagamento digitali hanno l’obiettivo di rendere ancora più rapido, affidabile e sicuro il traffico dei pagamenti del futuro. I sistemi maturi e i fornitori di servizi lungimiranti svolgono un ruolo centrale in tal senso. Nel prossimo futuro, le imprese svizzere e i loro clienti finali dovrebbero essere in grado di effettuare fatturazioni e pagamenti in modo molto più semplice. Una maggiore trasparenza del processo consente agli utenti dell’infrastruttura digitale di ottenere una migliore panoramica sui flussi di denaro.

Gestore dell’infrastruttura per la piazza finanziaria svizzera è SIX. L'azienda mette in collegamento istituti finanziari, fornitori di servizi e consumatori e offre prodotti innovativi e orientati al cliente. «Con la digitalizzazione intendiamo armonizzare le basi tecniche dei partecipanti alla piazza finanziaria svizzera», afferma Jürg Schneider, responsabile di Media Relations presso SIX. «Per questa ragione ci confrontiamo costantemente con le banche, incluso Credit Suisse, al fine di individuare le loro esigenze e quelle dei loro clienti.»

Nell'intervista Boris Brunner, responsabile di Account & Partner Management presso SIX, parla delle soluzioni innovative nell'ambito del traffico dei pagamenti e dei vantaggi che offrono agli imprenditori svizzeri.

Signor Brunner, il 30 giugno 2020 verrà introdotta in tutta la Svizzera la fattura QR. Cosa comporta questa nuova modalità di pagamento per le imprese svizzere?

La fattura QR comporta numerosi vantaggi. Ad esempio, il fatturante può stampare autonomamente la fattura QR su carta bianca e, a seconda delle esigenze, integrarla con soluzioni digitali. Oggi sulle fatture sono riportate anche numerose informazioni che con il codice QR potranno essere trasferite direttamente nel sistema contabile. Il destinatario, invece, non deve più digitare il numero della fattura nell’e-banking, pertanto si riduce sensibilmente il tasso di errori e il tempo richiesto per i pagamenti.

Quali requisiti deve soddisfare un'impresa per utilizzare la fattura QR?

In linea di massima, la fattura QR non pone ulteriori requisiti alle imprese. Se l’impresa attualmente utilizza un software per il pagamento delle polizze di versamento, occorre adeguarlo entro il 30 giugno 2020. Anche per la redazione della fattura QR è necessario un adeguamento del software, che non deve necessariamente essere effettuato nello stesso momento, ma può avvenire anche in un momento successivo.  

Lei ha affermato che la fattura QR funge da elemento di congiunzione nella fase di passaggio alla fatturazione con eBill. Perché non introdurre direttamente eBill per tutta la Svizzera?

L’aspetto più difficile della digitalizzazione è sempre il cambiamento delle abitudini degli utenti. Oltre 110 anni fa c’è stata la prima polizza di versamento e la Svizzera conosce la polizza di versamento così come la utilizziamo oggi da circa 20 anni. Quindi il cambiamento deve avvenire in modo graduale e ci vuole sempre un po’ di tempo. La fattura QR si attiene al ben noto modello dell'attuale polizza di versamento e lo coniuga con elementi digitali. Pertanto, l'introduzione della fattura QR rappresenta soprattutto il momento opportuno per riesaminare e adeguare, se necessario, i prodotti in base alla fatturazione e ai relativi processi.

Quale ritiene sia il vantaggio concreto della soluzione eBill per le imprese?

Da un lato eBill elimina il tasso di errore per il destinatario. Dall'altro lato, si tratta di una soluzione rapida, sicura ed ecologica. Inoltre, e ritengo che questo sia il grande vantaggio per la clientela commerciale, in futuro i pagamenti con eBill saranno accessibili a un numero maggiore di persone. Quindi, ogni persona abilitata potrà visualizzare o generare le fatture su eBill tramite e-banking.

Quali altre applicazioni digitali nell'ambito del traffico dei pagamenti possono aspettarsi le imprese svizzere?

Attualmente b.Link, che è già completamente sviluppato per gli utenti, si trova già nella fase pilota fra banche e SIX. Si tratta di un’applicazione di open banking. Con b.Link SIX fornisce alla piazza finanziaria svizzera una piattaforma con interfacce standardizzate per lo scambio di dati (API) tra banche e Third Party Provider (TTP), quindi fornitori di software e servizi. Questa rete, ad esempio, consente lo scambio reciproco dei dati del traffico dei pagamenti, allo scopo di offrire soluzioni innovative per le informazioni sul conto e l’invio dei pagamenti.

Che cosa offre questa piattaforma alla clientela commerciale?

Come soluzione unitaria per la Svizzera, b.Link è molto efficiente e garantisce lo scambio di dati standardizzato. Mentre oggi singole banche, tra cui anche Credit Suisse, offrono una soluzione multibanking nell’Online Banking, b.Link è molto più semplice da utilizzare per i clienti poiché è una soluzione unitaria. In futuro i clienti disporranno in qualsiasi momento di una panoramica di tutte le loro relazioni bancarie e potranno beneficiare, quindi, di una notevole trasparenza sui conti e sulle informazioni di pagamento.

Anche gpi Payment Tracker Service contribuisce ad assicurare maggiore trasparenza?

Esatto. I pagamenti internazionali SWIFT vengono abilitati al sistema gpi nel traffico dei pagamenti interbancari. Con il gpi Payment Tracker Service sia gli istituti finanziari che i loro clienti possono visualizzare un numero maggiore di informazioni attuali e dettagliate nell'ambito del processo di pagamento.  

Armonizzazione del traffico dei pagamenti in Svizzera con Digital Banking

In futuro SIX intende sviluppare ulteriormente l'armonizzazione del traffico dei pagamenti svizzero. «Il nostro obiettivo è quello di uniformare l’infrastruttura in modo da semplificare il flusso di denaro per le banche e i loro clienti», sostiene Jürg Schneider di SIX. Per questo motivo, l'azienda promuove costantemente le proprie soluzioni per ampliare l'offerta in collaborazione con le banche.

Anche Credit Suisse sostiene questo processo e opera in stretta collaborazione con SIX. La banca, ad esempio, partecipa in prima linea al progetto b.Link, è collegata al servizio SWIFT gpi e si impegna a fondo nello sviluppo di eBill. Efficienza, trasparenza e sicurezza per i clienti hanno sempre la massima priorità.

Desiderate ulteriori informazioni sulle soluzioni digitali nel traffico dei pagamenti?

Richiedere una consulenza This link target opens in a new window