Soluzioni Global Custody Indice Credit Suisse delle casse pensioni svizzere

Indice Credit Suisse delle casse pensioni svizzere

Le casse pensioni svizzere a confronto

Indice delle casse pensioni svizzere
1° trimestre 2020: -7,16%

Nel 1° trimestre 2020 l'Indice ha risentito degli effetti del coronavirus

Nel trimestre in rassegna l’Indice Credit Suisse delle casse pensioni svizzere ha perso 13,32 punti (–7,16%): è il primo trimestre a chiudersi in segno non positivo dal 4° trimestre 2018. Al 31 marzo 2020 l’indice si attesta a 172,81 punti, calcolato con base 100 punti a inizio 2000. Marzo è stato il mese con il risultato peggiore (–5,49%), seguito da febbraio (–2,26%) e gennaio (+0,51%). Dall’inizio delle rilevazioni, la performance è stata inferiore solo nel 3° trimestre 2001, con -7,91%.

L’evoluzione negativa del primo trimestre è stata determinata principalmente dalle azioni (-5,45%). Il contributo delle azioni svizzere e delle azioni estere al rendimento è stato rispettivamente di -1,58% e -3,86%. Hanno evidenziato un’evoluzione negativa anche gli immobili, che con un contributo di -0,42% non sono riusciti a confermare il risultato positivo del trimestre precedente. Le obbligazioni (incluse le obbligazioni convertibili) hanno penalizzato il risultato con un contributo di -1,02%. Gli investimenti alternativi e gli altri investimenti sono stati piuttosto irrilevanti, ma con risultati comunque negativi. La liquidità è stata invece leggermente positiva.

L’indice della remunerazione minima LPP (dal 1° gennaio 2017 pari all’1% p.a.), calcolato anch’esso con base 100 a inizio 2000, nel trimestre in rassegna è cresciuto di 0,39 punti (ossia dello 0,25%), attestandosi a 155,54 punti. Nel 1° trimestre 2020 il rendimento dell’Indice Credit Suisse delle casse pensioni svizzere è risultato quindi inferiore del 7,41% all’obiettivo LPP.

Al 31 marzo 2020 iI rendimento annualizzato dell’Indice Credit Suisse delle casse pensioni svizzere (dal 1° gennaio 2000) era pari al 2,74%, a fronte di una remunerazione minima LPP annualizzata del 2,21%.