Soluzioni Global Custody Indice Credit Suisse delle casse pensioni svizzere

Indice Credit Suisse delle casse pensioni svizzere

Le casse pensioni svizzere a confronto

L'Indice Credit Suisse delle casse pensioni svizzere, pubblicato con frequenza trimestrale, fornisce un'immagine rappresentativa e puntuale delle attività d'investimento nell'ambito del secondo pilastro. Grazie alle approfondite analisi, questo indice fornisce una precisa istantanea del comportamento delle casse pensioni che intrattengono un rapporto di Global Custody presso il Credit Suisse.

Indice Credit Suisse delle casse pensioni svizzere - 4° trimestre 2017

 

L’indice Credit Suisse delle casse pensioni svizzere chiude l’anno con un massimo storico

 

2017: 8,05%
4° trimestre 2017: 2,09%

Nel trimestre in esame l’Indice Credit Suisse delle casse pensioni è cresciuto del 2,09% chiudendo a fine dicembre 2017 con un nuovo massimo di 172,41 punti, con base 100 punti a inizio 2000. Dopo l’andamento positivo nei primi tre trimestri, l’Indice Credit Suisse delle casse pensioni svizzere ha evidenziato un netto rialzo anche nel mese di ottobre (+1,20%) e dicembre (+ 0,70%), mentre a novembre si è registrato solo un lieve aumento, pari a +0,14%.

L’andamento positivo va attribuito anche nel quarto trimestre principalmente alla categoria d’investimento azioni, che ha contribuito alla performance con un +1,13% per le azioni estere e un +0,46% per quelle svizzere. Anche il mercato immobiliare ha espresso uno sviluppo soddisfacente (+0,37%). Le obbligazioni in valuta estera hanno contribuito al risultato con un +0,11%, mentre quelle in franchi svizzeri con un +0,08%. Il contributo degli investimenti alternativi è stato modesto (+0,04%).

Con un +8,05%, il rendimento annuo del 2017 è il quarto migliore risultato dall’inizio della misurazione dell’indice nel 2000. Solo negli anni 2003 (+9,25%), 2005 (+12,62) e 2009 (+10,86%), l’indice delle casse pensioni ha conseguito un maggiore rendimento annuo. Tale risultato è da attribuire soprattutto alle azioni (azioni estere +3,45% e azioni svizzere +2,79%), seguite dagli immobili (+1,29%). Gli investimenti alternativi hanno contribuito alla performance con un modesto +0,15%. Il contributo annuo negativo della liquidità, pari a –0,16%, è da attribuire ai tassi d’interesse negativi sulle riserve di liquidità e alle perdite con le operazioni a termine su divise short. Queste ultime sono a loro volta aumentate soprattutto a causa del forte apprezzamento dell’euro nel 2017 (+9,15%).

Indice Credit Suisse delle casse pensioni svizzere 4° trimestre 2017 PDF