Benefici Bonviva Viva Kids: definire gli obiettivi di risparmio e realizzare i propri sogni

Viva Kids: definire gli obiettivi di risparmio e realizzare i propri sogni

Come gestiscono oggi il denaro i bambini? Bonviva ha approfondito questa domanda e ha fatto visita alla famiglia Aslaksen in Argovia. Il consulente Daniel Burkhardt analizza la situazione e fornisce suggerimenti.

La famiglia Aslaksen vive in Argovia. Dal tavolo da pranzo si scorgono oltre la Valle della Aare le ultime propaggini delle montagne del Giura. Papà Erik Aslaksen è commerciante, mentre mamma Michelle lavora come terapeuta e insegnante di tennis. Ai loro figli hanno aperto presto lo sguardo sul mondo delle finanze, indicando loro ad esempio il costo di una lezione di tennis o di un'ora di pianoforte.

Infatti, i bambini hanno rapidamente compreso che per realizzare con le proprie forze dei desideri particolari occorre risparmiare. Mark, il più piccolo della banda e un vero campione risparmio, sostiene: «Se non spendo per piccole cose come gomme da masticare o fumetti, sto meglio». Ciò che risparmia lo investe in hobby come il disegno.

Il fratello Louis, che adesso frequenta il liceo, sorride a 32 denti, mentre Mark, allievo delle elementari, parla della sua parsimonia. «Anche io ogni tanto metto da parte qualcosa però spendo anche per andare a bere qualcosa o mangiare con i miei compagni di scuola.»

Inoltre, i nonni hanno aperto un Conto di risparmio gioventù per ogni ragazzo. Il denaro così accumulato sarà trasferito ai nipoti quando avranno raggiunto la maggiore età. L'obiettivo è fornire un aiuto iniziale e alleggerire i genitori.

Daniel Burkhardt

Daniel Burkhardt (42 anni) è consulente clientela di Credit Suisse a Basilea.

Quando una famiglia dovrebbe iniziare a risparmiare per i figli?

Non appena finanziariamente possibile. Più i figli crescono, più aumentano le spese. Ed è proprio quando finiscono la scuola e desiderano la patente o andare a studiare in un’altra città che servono maggiori mezzi. Quando si ha ancora molto tempo davanti per risparmiare per queste finalità, allora è sufficiente versare regolarmente piccoli importi. Gli Aslaksen hanno fatto tutte le scelte giuste: hanno aperto subito dei Conti di risparmio regalo a tasso d’interesse preferenziale per i figli dove versano annualmente una determinata somma. Di questi risparmi i ragazzi potranno disporne dopo la maggiore età. Anche i nonni hanno aperto Conti di risparmio regalo per i nipoti, così la famiglia risparmia a più livelli.

I figli degli Aslaksen hanno iniziato presto a gestire i loro soldi secondo modalità adatte all’età. Cosa possono fare i genitori per aiutare i propri figli in questo processo?

È bene introdurre quanto prima i figli all’utilizzo del denaro, i bambini possono avere molto presto un conto di risparmio dove versare ad esempio i regali in denaro ricevuti. Per i più piccoli abbiamo una nuova offerta Viva Kids, comprensiva di conto di risparmio e conto privato. Grazie al salvadanaio digitale e alla prima carta Maestro disponibile a partire dai 7 anni, i bambini imparano fin dalla tenera età a gestire il proprio denaro. Più tardi è possibile disporre di un Pacchetto di prestazioni bancarie Viva con accesso a Online & Mobile Banking, come il figlio maggiore degli Aslaksen. Così i bambini imparano gradualmente a cavarsela con quanto hanno. È un insegnamento importante, perché i bambini che non fanno questa esperienza rischiano di contrarre debiti già prima della maggiore età. La pressione al consumo è grande, acquistare su Internet è molto facile e molti non si rendono conto di quanto denaro spendono.

Oltre a pensare alla previdenza dei figli, i genitori devono anche risparmiare per la propria vecchiaia. Qual è il suo consiglio?

La previdenza privata del 3° pilastro è molto importante in questo contesto, e vale la pena sfruttare questa opportunità in particolare per le giovani generazioni. Anche in questo caso risparmiare capitale è più facile nel lungo periodo che iniziando dieci anni prima del pensionamento. Un’altra opzione sono i piani di risparmio in fondi con versamenti mensili, in questo caso è bene cominciare quando i bambini sono ancora piccoli. Sicuramente è anche opportuno aprire un Conto di risparmio per le spese impreviste, che con i figli non mancano mai.

L'articolo integrale sulla vita della famiglia Aslaksen è riportato nell'ultimo numero della rivista Aspetti finanziari.