Strumenti ausiliari Previsioni sui tassi ipotecari

Previsioni sui tassi ipotecari

I tassi ipotecari si trovano attualmente a un livello storicamente molto basso. Questa è una buona situazione di partenza per il mutuatario. Le nostre previsioni sono supporti decisionali preziosi nell’ambito della selezione dei modelli ipotecari e delle durate. Potete richiedere l’invio regolare delle nostre previsioni sui tassi ipotecari mensili mediante la newsletter.

Previsione mensile sui tassi ipotecari

Dopo la decisione sulla Brexit i tassi d’interesse delle Ipoteche fix sono crollati a nuovi minimi

03.11.2016: Prevediamo solo limitate ripercussioni dirette della decisione in tema Brexit sull’economia elvetica. Continuiamo a prevedere per l’intero 2016 una crescita economica limitata dell’1,0%. I rischi di ribasso sono però aumentati in quanto la crescita è fortemente legata al futuro andamento del franco svizzero e all’ulteriore andamento congiunturale in Europa. L’inflazione rimane in territorio negativo, ma dovrebbe muoversi di nuovo lentamente verso lo zero a causa della diminuzione degli effetti base. Per il 2017 ci attendiamo in media un tasso di inflazione pari a zero. La Banca nazionale svizzera (BNS) può quindi continuare a porre in primo piano l’andamento del franco svizzero nella sua politica monetaria. Nei prossimi 12 mesi la fascia di oscillazione dei tassi guida dovrebbe mantenersi invariata tra –1,25% e –0,25%. Pertanto, ci aspettiamo che i tassi d’interesse per l’Ipoteca flex rollover si manterranno ai livelli minimi. Qualora gli interventi sul mercato dei cambi da parte della BNS, resi necessari a seguito della decisione sulla Brexit, volti a contrastare una rivalutazione del franco dovessero rimanere senza successo, non si può escludere un’ulteriore riduzione del tasso guida. Dai tassi d’interesse delle Ipoteche fix dipende l’ulteriore andamento dei costi di copertura, che al momento sono la causa dei tassi negativi degli istituti finanziari. A breve termine, a causa dell’incertezza predominante, si attendono oscillazioni sia verso l’alto sia verso il basso. Sull’arco di 12 mesi per le Ipoteche fix con durata breve e media complessivamente si prevede un movimento laterale. Per le durate lunghe, per contro, i tassi d’interesse dovrebbero salire leggermente da 20 fino a 45 punti base.

  Tasso Previsioni su
  02.11.2016 3 mesi 6 mesi 12 mesi
Ipoteca flex rollover1
1.02 1.02 1.02 1.02
Ipoteca fix a 3 anni2
1.04 1.05 1.05 1.05
Ipoteca fix a 5 anni2
1.13 1.15 1.15 1.15
Ipoteca fix a 10 anni2
1.62 1.65 1.65 1.75
Ipoteca fix a 15 anni2
1.99 2.00 2.10 2.25

I tassi d’interesse elencati si intendono come valori di riferimento. Essi si applicano ad abitazioni di prim’ordine e a mutuatari con solvibilità ineccepibile.

1Durata quadro 3 anni; il tasso d’interesse si basa sul LIBOR a 3 mesi; adeguamento dei tassi trimestrale.
2Durata fissa e tasso d’interesse fisso per l’intera durata.

La tabella mostra che l’onere d’interesse varia notevolmente a seconda del tipo e della durata dell’ipoteca. Le previsioni forniscono una prospettiva sui possibili sviluppi delle ipoteche sull’orizzonte di 3, 6 e 12 mesi. Nel caso dell’Ipoteca flex rollover si prevede nei prossimi 12 mesi un movimento laterale. I tassi d’interesse delle Ipoteche fix con durate lunghe dovrebbero crescere da 20 fino a 45 punti base.