Documenti e Note Legali Regolamento relativo all'informativa sulla sostenibilità nel settore dei servizi finanziari

Regolamento relativo all'informativa sulla sostenibilità nel settore dei servizi finanziari

Pulsanti di condivisione

Informazioni sulla trasparenza delle politiche in materia di rischio di sostenibilità in relazione al Regolamento dell'Unione Europea (UE) 2019/2088 relativo all'informativa sulla sostenibilità nel settore dei servizi finanziari.

Per rischio di sostenibilità si intende un evento o una condizione ambientale, sociale o di governance (ESG) che, ove si verifichi, sia potenzialmente in grado di produrre effetti negativi sostanziali sul valore degli investimenti. La rilevanza dei rischi di sostenibilità è determinata dalla probabilità del concretizzarsi del rischio, dalla sua entità e dal relativo orizzonte temporale. In Credit Suisse crediamo che l'integrazione dei fattori ESG sostanziali nell'analisi finanziaria e nel processo decisionale in materia di investimento sia fondamentale e che possa ridurre i rischi e determinare un miglioramento dei risultati degli investimenti nel tempo. Le questioni legate alla sostenibilità sono parte integrante del nostro processo di analisi del rischio; rileviamo costantemente tali rischi e integriamo i fattori di sostenibilità nella nostra ricerca sugli investimenti, nell'analisi, così come nel processo di investimento e nella gestione del rischio.

Nelle nostre strategie di investimento sostenibile teniamo conto dei rischi di sostenibilità e puntiamo a integrare attivamente le informazioni inerenti alla sostenibilità nei nostri processi di due diligence e nelle decisioni di investimento, combinandoli con la nostra analisi finanziaria e la costruzione del portafoglio. In combinazione con la nostra analisi interna sulla sostenibilità utilizziamo una serie di fornitori di ricerca ESG e agenzie di rating per formulare decisioni di investimento basate sui fattori ESG che soddisfino obiettivi finanziari e correlati alla sostenibilità fissati dall'investitore o dal cliente. Ad esempio, per le strategie azionarie e a reddito fisso attive, Credit Suisse punta a integrare importanti fattori ESG durante l'intero processo d'investimento, dalla ricerca e valutazione dei titoli, alla costruzione del portafoglio, fino al monitoraggio. Per gli investimenti attivi e passivi, Credit Suisse applica un approccio sistematico alla selezione, progettazione e classificazione delle strategie di investimento sostenibili, seguendo prudenti pratiche di due diligence. Credit Suisse mira a offrire la soluzione d'investimento più adatta per i nostri clienti, indipendentemente dal fatto che la gestione sia interna o esterna. Nell'ambito della valutazione di gestori di fondi terzi, i rischi e le domande incentrati sui fattori ESG vengono incorporati nel processo di due diligence di nuovi fondi inserito nella gamma di servizi di consulenza di Credit Suisse, con esperti ESG dedicati che assumono la responsabilità di interpretarne i risultati, i quali vengono poi comunicati in modo trasparente ai nostri clienti.

La nostra Product Shelf Classification Policy descrive la modalità con cui il Quadro degli investimenti sostenibili di Credit Suisse fornisce indicazioni sulla valutazione dei rischi di sostenibilità e delle opportunità offerte dalle singole classi di investimento. La classificazione, basata sulle caratteristiche di sostenibilità, definisce il livello di adesione agli sforzi di sostenibilità profusi all'interno di una classe di investimento e aiuterà i clienti a distinguere tra prodotti che producono effetti positivi sugli standard ambientali e/o sociali e quelli che generano invece effetti meno positivi.

Credit Suisse compie ogni possibile sforzo per applicare questi criteri su base continuativa nella gestione del rischio di sostenibilità e nella sua integrazione nel processo d'investimento. Per ulteriori informazioni, si rimanda al rapporto sul Quadro degli investimenti sostenibili.