Analizzare il respiro con l’intelligenza artificiale

Prevedere se i pazienti reagiranno a un farmaco, in tempo reale e senza condurre esami invasivi: l’obiettivo della piattaforma digitale di Deep Breath Intelligence.

Evelyn Reusser

Christian Zwicky, in qualità di CEO prende molte decisioni. Quali risultano particolarmente difficili?

Christian Zwicky Rifiutare le opportunità. L’anno scorso abbiamo ricevuto fino a venti richieste a settimana per la diagnostica COVID. Questo dimostra quanto potenziale si cela dietro la nostra soluzione. Ma proprio perché siamo una start-up, è molto importante che le decisioni siano in linea con la strategia aziendale per proseguire nella giusta direzione.

 

Cosa fa esattamente Deep Breath Intelligence?

Zwicky Abbiamo sviluppato una piattaforma digitale basata sull’intelligenza artificiale per svolgere l’analisi molecolare del respiro. Con questo esame non invasivo, in futuro vorremmo riuscire a diagnosticare precocemente le malattie o prevedere il grado di efficacia dei farmaci specifico per ciascun paziente. 

È uno strumento simile all’etilometro usato per l’alcol test?

Zwicky In modo molto banale, sì. Tuttavia, cerchiamo delle mole-cole, i cosiddetti biomarcatori, che si trovano nel respiro in concentrazioni molto inferiori rispetto all’alcol test. Le misuriamo con un rapporto di uno a un miliardo. Corrisponde in proporzione a circa una goccia dell’acqua contenuta in 20 piscine olimpioniche. 

 

Quali sono le sfide principali per la start-up?

Zwicky L’analisi molecolare del respiro è poco utilizzata in medicina oggi, nonostante i numerosi vantaggi che offre a pazienti e medici. Per ora ci si concentra ancora sul sangue e sui campioni di tessuto, ovvero metodi invasivi che implicano un notevole dispendio di tempo e costi elevati.

07/10/2022

Come convince i suoi clienti?

Zwicky Attraverso gli studi e le pubblicazioni scientifiche che dimostrano che la nostra tecnologia funziona. Negli ambiti dell’epilessia e dell’apnea notturna, abbiamo dimostrato di poter analizzare in tempo reale le concentrazioni di farmaci e determinati biomarcatori specifici nel respiro. 

 

Perché proprio questi settori?

Zwicky Perché in essi i nostri studi convalidati sono i più avanzati e vogliamo implementarli nella routine clinica il più presto possibile. Come start-up, siamo molto pragmatici e focalizzati, e sappiamo che in futuro la nostra soluzione troverà una ben più ampia gamma di applicazioni, come la diagnosi di malattie polmonari o la diagnosi precoce del cancro.

 

Come fa a mantenere la focalizzazione?

Zwicky Avendo in mente ben chiara la nostra lista di priorità e ripetendo come un mantra: «Questa è la nostra strategia. Questo è ciò che vogliamo attuare. Questa è la strada che continuiamo a percorrere». Per tutti gli altri temi servono altre risorse.

Azienda

Numero di collaboratori: 6
Anno di fondazione: 2018
Sede sociale: Rotkreuz
Campo di attività: Analisi molecolare del respiro nel settore medtech 
Segni particolari: L’intelligenza artificiale avanzata della piattaforma digitale ha un enorme potenziale per una vasta gamma di applicazioni nella ricerca e nella medicina personalizzata.