Ashwinkumar

Posizione: Vice President
Comparto aziendale: Global Markets Technology
Sede: Pune
Presso Credit Suisse dal: 1998

Sono entrato a far parte di Credit Suisse nel 1998 a New York. Ho cominciato come sviluppatore nella sala contrattazioni all'interno del team Money Markets. Abbiamo attraversato tanti cambiamenti importanti ed eventi interessanti, dal passaggio all'euro alla preparazione al millennium bug. Fungevo anche da interfaccia fra i trader e gli sviluppatori, aiutandoli a utilizzare la tecnologia per risolvere i problemi, e alla fine sono diventato qualcosa di più di un responsabile di progetto. In seguito ho assunto una serie di funzioni diverse all'interno dell'azienda, contribuendo anche a creare i Center of Excellence a Raleigh e Singapore. Sono originario dell'India e sono tornato a vivere a Mumbai nel 2011 per lavorare presso il nuovo Global Arbitrage Trading Desk.

Ora sono il responsabile Flow and Trade Management per l'India. Forniamo l'infrastruttura tecnologica e il supporto di sistema per le operazioni di trading della società. Per esempio, perché le transazioni possano avere luogo sono necessari molti processi, dal modo in cui un'operazione o un assegno giunge nella sede principale, ai controlli sui prodotti, fino alla liquidazione. Sono responsabile di un team di 275 persone – un mix di sviluppatori software, responsabili di progetto, analisti aziendali e tutti gli altri collaboratori nel ciclo di vita dello sviluppo software. La parte più gratificante del mio lavoro è sapere che quello che facciamo fa davvero la differenza: aiutiamo l'azienda a essere più produttiva e capace di servire i nostri clienti.

Preferisco relazionarmi con il mio team su base individuale. Voglio che le persone con cui collaboro vedano il valore del loro lavoro e il modo in cui esso è di aiuto alla banca. Inoltre, voglio che i miei collaboratori junior comprendano che possono avere una lunga e fruttuosa carriera presso l'azienda, per cui parliamo molto di come potrebbe essere il loro futuro e del tipo di competenze che devono sviluppare per poter raggiungere i loro obiettivi. Preferisco dirigere come un coach per la carriera, piuttosto che dire alle persone quello che devono fare.

La nostra cultura è fortemente improntata alla collaborazione. Il mio team può rivolgersi a me direttamente. Da noi, la maggior parte dei responsabili di conduzione mostra una grande disponibilità ad ascoltare i propri collaboratori. Ai nuovi assunti dico di parlare semplicemente di più con i propri responsabili di conduzione, di spiegare loro le proprie aspirazioni e quello che vogliono fare. Questo può aiutarci a indirizzarli.

Divido la mia giornata in tre parti. Al mattino incontro uno a uno i miei sette collaboratori di riferimento del team per farmi aggiornare su quello che sta succedendo. Durante la pausa pranzo svolgo colloqui informali con altri membri del team e poi mi prendo del tempo per rispondere alle e-mail. Il pomeriggio è dedicato alle telefonate e agli incontri con gli stakeholder a New York e Londra. Utilizzo anche la fine della giornata per lavorare a iniziative specifiche per Pune.

In questa fase della vita, dedico gran parte del mio tempo libero ai miei figli, facendo quello che vogliono loro. La mia famiglia vive a Mumbai, così nei fine settimana vado a trascorrere del tempo con loro. Mi piace anche molto leggere. In genere porto avanti due libri contemporaneamente. Inoltre suono la chitarra.