economia-mondiale-bassa-inflazione-e-commercio-internazionale-favoriscono-la-crescita
Articoli

L'economia mondiale cresce senza sosta: effetti per gli investitori

La crescita dell’economia globale dovrebbe confermarsi robusta nel 2018 grazie al sincronismo della fase rialzista nelle economie avanzate ed emergenti. In breve gli aspetti principali dell'economia mondiale e gli effetti per voi come investitori.

Fatti salvi una grave crisi geopolitica o il verificarsi di «rischi di coda», riteniamo che la crescita globale rimarrà vigorosa nel 2018 e potrebbe addirittura accelerare ulteriormente. Gli attuali motori della crescita, con particolare riferimento alla dinamica positiva di occupazione e salari in combinazione con ulteriori impulsi, dovrebbero più che compensare eventuali fattori frenanti, segnatamente una politica monetaria meno accomodante, condizioni del credito più rigide e un moderato aumento dei prezzi delle materie prime.

Inoltre, nel 2018 potremmo assistere a una più evidente armonizzazione del ritmo di espansione del ciclo economico tra paesi avanzati ed emergenti. Tale dinamica dovrebbe riflettersi anche in un ulteriore recupero dei volumi del commercio internazionale.

Commercio internazionale e investimenti sostengono l'economia mondiale

Occupazione e consumi sono stati i principali fattori di crescita negli ultimi anni, mentre i bassi tassi d’interesse hanno favorito il boom degli investimenti immobiliari in alcuni paesi. Le spese per investimenti delle imprese sono tuttavia rimaste sottotono.

Con il consolidamento delle prospettive di crescita complessiva, il miglioramento della fiducia delle imprese e mercati del lavoro sempre più vicini alla piena occupazione ma con un’elevata redditività, prevediamo che d’ora in avanti la spesa per investimenti delle imprese diventerà un importante fattore di spinta per la crescita. A questo potrebbero aggiungersi gli effetti positivi dei tagli alle imposte e di un parziale allentamento fiscale, in particolare negli Stati Uniti e in Germania. Il commercio globale potrebbe accelerare, neutralizzando così le tendenze protezionistiche.

evoluzione-del-commercio-mondiale

Recupero del commercio globale

Indici di volume del commercio, media mobile a 3 mesi (gen. 2000 = 100 )
Fonte: CPB World Trade Monitor, Credit Suisse
Dati aggiornati a: luglio 2017

L'inflazione rimane bassa

Le forze strutturali che favoriscono la disinflazione come la «gig economy», ossia un mercato del lavoro in cui i lavoratori offrono servizi a tempo determinato in maniera flessibile, sono confermate. In alcuni settori specifici, tra cui la distribuzione al dettaglio, Internet sta migliorando la trasparenza sui prezzi e comprimendo i margini. In più, le aspettative di inflazione restano generalmente ancorate a livelli bassi.

Da ultimo, una serie di settori globali continua a soffrire di capacità produttiva in eccesso. Tuttavia, visto l’irrigidimento dei mercati del lavoro in alcuni paesi, tra cui gli Stati Uniti, la Germania e il Giappone, una maggiore vivacità negli aumenti salariali potrebbe accelerare i rincari dei prezzi. Una sorpresa al rialzo dei prezzi delle materie prime rappresenta un fattore di rischio aggiunto.

Le banche centrali ridurranno la liquidità

A ottobre 2017, la Federal Reserve (Fed) statunitense ha avviato un programma di riduzione del bilancio. La Banca centrale europea (BCE) e altre come lei sono destinate a ridimensionare gli acquisti di asset nel 2018.

A fine 2018, i bilanci totali delle principali banche centrali inizieranno quindi a restringersi. Nel corso del 2018, altre banche centrali tra quelle principali potrebbero accodarsi alla Fed sul percorso di rialzo dei tassi d’interesse. Nei mercati emergenti, la fase di allentamento della politica si sta esaurendo. Nel complesso, la politica monetaria globale diventerà quindi indubbiamente meno accomodante.

Investment Outlook

Sulle orme della Next Generation

Quali driver influenzeranno nel 2018 i mercati finanziari? Come si evolve l'economia globale? Troverete le risposte a queste e molte altre domande nell'Investment Outlook 2018 di Credit Suisse. Il tema principale è la generazione dei Millennial come forza trainante del futuro.

L'Investment Outlook 2018 completo è disponibile qui