Lo sviluppo delle infrastrutture a livello globale offre opportunità d'investimento
Articoli

Lo sviluppo delle infrastrutture a livello globale offre interessanti opportunità d'investimento.

I governi di tutto il mondo hanno avviato enormi pacchetti congiunturali incentrati sugli investimenti nelle infrastrutture per rimettere in moto l'economia. Questa dinamica offre interessanti opportunità d'investimento con le quali, nel lungo termine, si potrà beneficiare degli investimenti pianificati per i prossimi decenni.

La fragilità dell'infrastruttura del commercio marittimo

All'inizio della pandemia, ci si aspettava che il commercio marittimo, compreso il trasporto di container, avrebbe subito una drastica flessione. Ma la pandemia ha cambiato il comportamento di consumo e di acquisto in misura determinante: La domanda di beni di consumo finiti è aumentata contrariamente alle aspettative, andando a incontrare un'offerta insufficiente della capacità delle navi e container vuoti. Questa discrepanza si è tradotta in una crisi dei container che ha rallentato e ritardato l'intera catena di approvvigionamento marittima. Inoltre la carenza di manodopera, di capacità, di autocarri e di altri sistemi di trasporto interno nei porti ha rallentato il processo di rimpatrio dei container.

Proprio quando i noli spot dei container sembravano normalizzarsi rispetto ai massimi storici toccati con il COVID-19, la portacontainer Ever Given è rimasta incagliata a pieno carico nel canale di Suez per diversi giorni, provocando non solo un blocco del traffico, ma facendo aumentare vertiginosamente i noli spot in tutto il mondo.

La crescita della domanda di beni di consumo ha determinato un aumento dei noli spot

La crescita della domanda di beni di consumo ha determinato un aumento dei noli spot

Shanghai Containerized Freight Index: evoluzione dei tassi spot settimanali dal 9 dicembre 2017 al 9 aprile 2021
Acronimi: FEU, unità equivalente a 40 piedi (12,2 metri); TEU, unità equivalente a 20 piedi (6,1 metri)
Fonte: Comitato delle Nazioni unite per il commercio e lo sviluppo, UNCTAD, Credit Suisse
 

Considerati i trend attuali, ci vorranno diversi mesi prima che la situazione creatasi con il blocco nel Canale di Suez e le ripercussioni sull'intera catena di approvvigionamento marittimo torni alla normalità e il sistema funzioni nuovamente senza intoppi. La pandemia e il caso del Canale di Suez hanno messo a nudo la fragilità delle supply chain nonché gli enormi costi che possono insorgere per l'economia in caso di mancato funzionamento.

Dall'acqua alle rotaie - le infrastrutture ferroviarie europee stanno vivendo un processo di trasformazione

Affinché dopo aver lasciato le portacontainer, la merce possa raggiungere le destinazioni finali, i porti devono essere collegati a una rete infrastrutturale nazionale funzionante. In Europa l'ampliamento del Corridoio ferroviario Reno-Alpi, che prevede fino a quattro corsie percorribili, costituisce il più importante collegamento per il traffico di merci tra il Mediterraneo e il Mare del Nord. Non appena tutti i Paesi coinvolti avranno completato i lavori sulla rete ferroviaria, vi sarà un aumento delle capacità, e sarà garantito il buon funzionamento dei piani di trasporto di passeggeri.

I programmi congiunturali rimetteranno in moto l'economia

In risposta alla pandemia, molti Paesi hanno potenziato i loro programmi congiunturali incentrati sul miglioramento delle infrastrutture. Saranno il motore dell'economia in seguito alla recessione dovuta alla pandemia da coronavirus.

A fine marzo il governo degli Stati Uniti, guidato da Joe Biden, ha presentato un pacchetto infrastrutturale per diverse migliaia di miliardi di dollari. L'obiettivo di questo programma congiunturale di ampio respiro è rendere più moderne e sostenibili le infrastrutture con investimenti di circa 2,3 mila miliardi di dollari distribuiti su otto anni e riportare così l'economia USA su un sentiero di crescita pluriennale.

Con il suo fondo di ricostruzione da 750 miliardi di euro, l'Europa non si propone solo di sostenere i settori più colpiti, ma anche di rendere le proprie economie più verdi, digitali e resilienti.

Nuove eccitanti opportunità di investimento in tutto il mondo

Anche la Cina ha avviato programmi di stimolo fiscale di ampia portata. Inoltre, l'impegno a raggiungere l'«impatto zero sul clima» entro il 2060 fa sperare in un considerevole spostamento degli investimenti infrastrutturali nel quadro del 14° piano quinquennale che parte proprio quest'anno.

Questa dinamica offre numerose interessanti opportunità d'investimento. Il nostro Supertrend «Infrastrutture – Colmare il gap» è ben posizionato per trarre profitto dal particolare interesse della politica per il tema delle infrastrutture e dagli investimenti previsti per i prossimi decenni.

Avete domande su questo argomento?

Richiedere una consulenza This link target opens in a new window
Saremo lieti di aiutarvi. Non esitate a contattarci al numero 0844 844 005.