Previdenza per coniugi e famiglie
Articoli

Previdenza per coniugi e famiglie

Innamorarsi, fidanzarsi e sposarsi – per molti è così che si forma una famiglia. Anche per questo è importante pensare per tempo alla previdenza e garantire ai propri cari una sufficiente tutela finanziaria per la vecchiaia o in caso di rischio.

Il matrimonio è la scelta di vita di molte persone e spesso ne origina una famiglia con uno o più figli. Spesso i novelli sposi, le giovani famiglie e i coniugi più maturi tendono a rimandare per troppo tempo il tema della previdenza e della copertura finanziaria – per se stessi, per il coniuge e per i discendenti. Per questo chi si sposa, fonda una famiglia oppure vive già in un'unione familiare deve affrontare appena possibile il tema della pianificazione previdenziale e finanziaria. Come coppia o famiglia avete specifiche esigenze nonché diritti e obblighi. Vale la pena porre in anticipo le basi della previdenza e iniziare per tempo a risparmiare per la pensione. È un vantaggio per tutte le parti interessate.

Che cos'è importante osservare nel matrimonio e nella famiglia ai fini della previdenza?

La rendita AVS viene erogata al raggiungimento dell'età pensionabile ordinaria. Una volta che entrambi i coniugi sono in pensione, la somma delle due rendite individuali non può superare il 150% della rendita massima. In caso di decesso, a determinate condizioni viene erogata una rendita per vedovi o per vedove. Fino ai 18 anni o fino ai 25 anni, se in formazione, i figli ricevono sempre una rendita per orfani. Nel 2° pilastro, in caso di decesso il coniuge superstite riceve una rendita per vedovi/e o una liquidazione in capitale unica. Se vi sono figli propri, questi ricevono una rendita per orfani. I relativi dati sono contenuti nel certificato d'assicurazione e nel regolamento della cassa pensione. Nel 2° pilastro si ha la possibilità di predisporre per il coniuge e per i figli una copertura in caso di decesso. Il 3° pilastro lascia un margine di manovra più ampio: chi desidera tutelare finanziariamente il coniuge o i figli può stipulare un'assicurazione sulla vita con copertura contro il rischio di decesso.