Prelievo anticipato di fondi della cassa pensione
Articoli

Prelievo anticipato dell'avere della cassa pensione per l'acquisto della proprietà abitativa

Chi intende finanziare la proprietà abitativa con fondi dalla cassa pensione, può prelevare anticipatamente il suo avere dalla stessa. In questo modo aumenta la disponibilità di mezzi propri, l'ipoteca si riduce e gli interessi diminuiscono. Questa soluzione puo rivelarsi particolarmente utile in caso di budget limitato. In compenso, possono eventualmente sorgere lacune previdenziali che andrebbero poi colmate.

Il prelievo anticipato dei fondi della cassa pensione per l'acquisto di un'abitazione propria aumenta il capitale proprio. Poiché la disponibilità di contante a disposizione per l'acquisto aumenta, l'importo di denaro da chiedere alla banca diminuisce. L'ipoteca si riduce e con essa anche gli interessi ipotecari. L'importo minimo per un prelievo anticipato ammonta a CHF 20 000. Fino a 50 anni non è prevista una soglia massima. È possibile impiegare l'intero avere della cassa pensione per l'acquisto di una proprietà abitativa. A partire dall’età di 50 anni si può prelevare il valore all’età di 50 anni o metà della prestazione di libero passaggio attuale, a seconda di quale sia l’importo più elevato. Questo è possibile fino a 3 anni prima del pensionamento ordinario, salvo il caso in cui nel suo regolamento la cassa pensione preveda una regolamentazione più conveniente. Ciò vale anche per la costituzione in pegno dell'avere della cassa pensione.

In caso di vendita, il denaro deve essere rimborsato

In caso di prelievo anticipato, la cassa pensione annota una «restrizione del diritto d'alienazione» nel registro fondiario. In altre parole, in caso di vendita dell'abitazione propria, il denaro prelevato anticipatamente va interamente rimborsato alla cassa pensione. In caso di successivo incremento del denaro disponibile, l'importo può essere rimborso facoltativamente in tranche pari ad almeno CHF 20 000 cadauna. Solo l'ultimo pagamento può essere inferiore a questo importo, in modo da poter compensare il saldo.

Prelievo anticipato

Un prelievo anticipato comporta una lacuna previdenziale. Per questo motivo l’importo del prelievo anticipato deve essere rimborsato entro il pensionamento, oppure bisogna trovare una soluzione di previdenza che colmi la lacuna. Altrimenti la cassa pensione ridimensionerà le sue prestazioni al momento del pensionamento. Lo stesso principio si applica eventualmente anche ai casi di invalidità o, per quanto concerne i superstiti, in caso di decesso. Pertanto, chi prelieva anticipatamente denaro dalla cassa pensione dovrebbe assolutamente chiarire con un esperto se sorgono eventuali lacune previdenziali e, se sì, come colmarle nel modo migliore.

Il denaro prelevato anticipatamente dalla cassa pensione deve essere tassato

Il prelievo anticipato di fondi della cassa pensione deve essere tassato a un'aliquota ridotta. Queste imposte non possono essere saldate con il capitale prelevato. Se il denaro viene restituito alla cassa pensione in un secondo momento, si ottiene anche il rimborso delle imposte. Tuttavia, senza interessi. Dopo un prelievo anticipato, i riscatti di prestazioni della cassa pensione facoltativi e fiscalmente agevolati possono essere effettuati nuovamente solo dopo il rimborso integrale dell'importo prelevato anticipatamente.

Panoramica dei vantaggi e svantaggi di un prelievo anticipato

Vantaggi
  • Meno interessi perché l'ipoteca si riduce.
  • In determinate circostanze è possibile interrompere la progressione fiscale se gli averi della cassa pensione vengono prelevati al momento del pensionamento, perché gli stessi hanno subito una riduzione pari all'importo del prelievo anticipato.
Svantaggi
  • Il prelievo anticipato è soggetto a imposizione fiscale (aliquota ridotta)
  • Potete detrarre meno interessi ipotecari dal reddito imponibile.
  • Riceverete meno prestazioni durante la vecchiaia e, a seconda del regolamento della vostra cassa pensione, anche in caso di invalidità o decesso.
  • Non potete effettuare riscatti di prestazioni della cassa pensione facoltativi e fiscalmente agevolati finché non avrete rimborsato interamente il prelievo anticipato.