Articoli

Nonostante aspettative di rendimento più moderate, le prospettive d'investimento per il 2020 rimangono positive.

I tassi modesti e un rallentamento della congiuntura globale deprimono le aspettative di rendimento ovunque nel mondo e in tutte le classi d'investimento. Grazie tuttavia al premio di rischio elevato rispetto alle obbligazioni, anche nel 2020 si aprono opportunità davvero interessanti per gli investimenti.

Il rallentamento dell'economia globale è pressoché ininfluente per i mercati azionari

Nonostante i tassi ostinatamente bassi e la decelerazione della dinamica congiunturale le massime autorità monetarie degli Stati Uniti e dell'eurozona, Jerome Powell e Christine Lagarde, giudicano ancora positive le prospettive economiche. E Mario Draghi, già presidente della Banca centrale europea (BCE), ha persino dichiarato in un discorso che in un'ottica complessiva l'eurozona è oggi economicamente migliore, strutturalmente più equilibrata e più competitiva che mai.

Quest’importante linea di sviluppo spiega i livelli record raggiunti da alcuni mercati azionari. La «big picture» può anche spiegare il fatto che il rallentamento dell’economia globale di quest’anno non abbia ancora danneggiato i mercati azionari – e perché le prospettive azionarie sono buone anche per il prossimo anno.

I mercati azionari dei Paesi industrializzati stanno esprimendo una forte crescita

Facciamo quindi brevemente un passo indietro e analizziamo tre andamenti principali. Primo: dal 1980, il risultato complessivo dell’economia globale si è più che decuplicato. L’Asia è stata uno dei motori principali, mentre Europa, USA e Giappone sono riusciti a moltiplicare il loro risultato economico per un fattore di poco inferiore a sette. Le azioni dei Paesi industrializzati hanno persino sovraperformato questo sviluppo. Nello stesso periodo di tempo l'MSCI World Total Return ha messo a segno una progressione di circa il 3300 per cento.

Parallelamente a questo andamento, l’aumento dei redditi reali ha reso i consumi privati il fattore economico più importante nei paesi industrializzati. La dinamica economica positiva è riuscita a stabilizzarsi. Di riflesso sono diminuiti la disoccupazione e i costi del capitale. E terzo, oggi l'unione monetaria in Europa è politicamente incontrastata, i suoi squilibri sono più contenuti che mai e il suo consenso e gradimento nella popolazione è alto. Risulta del tutto possibile che, un giorno, ciò rafforzerà nuovamente il valore dell’euro.

i mercati azionari dei Paesi industrializzati esprimono una buona performance nel lungo periodo

I mercati azionari dei Paesi industrializzati esprimono una buona performance nel lungo periodo

Ultimo aggiornamento: 2018

I dati storici sulla performance e gli scenari dei mercati finanziari non sono indicatori affidabili per i risultati futuri.

Fonti: Fondo monetario internazionale, Datastream, Credit Suisse

La diminuzione delle aspettative di rendimento crea difficoltà agli investitori

Ma: numerosi investitori che hanno sottoinvestito rimangono scettici. Da un lato vi è  la preoccupazione che lo Stato e le economie domestiche private abbiano accumulato troppi debiti In secondo luogo, esiste il timore persistente che la guerra commerciale abbia innescato uno sviluppo sfavorevole, che difficilmente potrà essere invertito. Inoltre, in terzo luogo, gli investitori si chiedono dove investire oggi. , dato che nel 2019 le aspettative di rendimento nominali future si sono ridimensionate quasi ovunque nel mondo e in tutte le classi d'investimento.

Per le obbligazioni della Confederazione, ci aspettiamo un rendimento medio pari a –0,9 per cento all’anno nei prossimi cinque anni. In Svizzera rimangono negativi anche i rendimenti sul mercato monetario. Questa base bassa limita le aspettative di rendimento di tutti gli altri investimenti elvetici. È verosimile che nei prossimi cinque anni un andamento superiore alla media sarà evidenziato dagli investimenti in private equity e in hedge fund. Chi è ancora alla ricerca di rendimenti positivi nelle obbligazioni per l’anno prossimo non potrà fare a meno delle obbligazioni dei mercati emergenti, delle obbligazioni convertibili o di quelle ad alto rendimento.

aspettative di rendimento medie di varie classi d' investimento

Aspettative di rendimento medie di varie classi d'investimento

Queste previsioni non sono indicatori affidabili della performance futura.

Fonte: Credit Suisse

Sui mercati azionari si offrono opportunità anche nel 2020

Ma anche se tassi, inflazione e aspettative di rendimento in ribasso catturano l'attenzione e uno scenario di tassi zero con una crescita moderata in Europa rappresenta di fatto una nuova normalità. Ma non trascuriamo il fatto che – in termini relativi – i premi di rischio delle azioni rispetto alle obbligazioni raramente sono stati più alti di oggi. Si tratta di un’opportunità speciale, storicamente insolita per le investitrici e gli investitori odierni. Individuare e mettere in evidenza questa opportunità mi sembra più promettente rispetto alle lamentele sui tassi d’interesse negativi. Inoltre, il calo reale delle aspettative di rendimento è ovviamente inferiore al calo nominale.

Conclusione: anche per l'anno a venire si conferma che la gestione patrimoniale rimane un mestiere impegnativo e difficile,  ma le prospettive per gli investimenti nel 2020 sono buone. Soprattutto per gli investitori che possono anche nuotare controcorrente con disciplina e cautela. Il 2020 potrebbe ancora una volta confermare la verità lapalissiana secondo cui il non investire in periodi di bassa inflazione rappresenta, in ultima analisi, un rischio maggiore rispetto agli investimenti disciplinati.

Avete domande su questo argomento?

Richiedere una consulenza This link target opens in a new window
Saremo lieti di aiutarvi. Non esitate a contattarci al numero 0844 844 005.