Il 2° pilastro in caso di diversi impieghi: aspetti di cui tenere conto.
Articoli

Cosa prevede il 2° pilastro in caso di diversi impieghi?

Molti lavoratori che prestano servizio per vari datori di lavoro non percepiscono un reddito regolare sufficiente a sottostare direttamente al regime obbligatorio LPP. Tuttavia, anche loro dovrebbero provvedere alla vecchiaia. Quali soluzioni prevede in questi casi il 2° pilastro?

Se un lavoratore presta servizio per vari datori di lavoro e in nessun rapporto di lavoro guadagna più di CHF 21 150 all’anno, non è soggetto al regime obbligatorio LPP. Per consentire a questi occupati a tempo parziale di poter aderire a una cassa pensione, esistono due possibilità.

Caso 1: Fondazione istituto collettore LPP

La Fondazione istituto collettore LPP è un istituto di previdenza che agisce su incarico della Confederazione, ed è l’unica cassa previdenza della Svizzera che accetta tutti i datori di lavoro e i privati che vogliano affiliarsi, purché soddisfino i requisiti di legge. Se la somma dei redditi del lavoratore supera CHF 21 150 all’anno, il lavoratore può aderire a questa Fondazione, che dispone di filiali regionali, fa parte del 2° pilastro e consente a tutti i lavoratori di assicurarsi le prestazioni minime obbligatorie previste dalla LPP. Inoltre, sul reddito totale annuo viene applicata la trattenuta di coordinamento dell’assicurato, ovvero la parte già coperta dall’AVS, e ogni datore di lavoro deve versare i contributi in misura corrispondente.

Caso 2: la cassa pensione di un datore di lavoro diventa l’istituto di riferimento ai fini della LPP

Se il regolamento della cassa pensione prevede questa possibilità, nel caso in cui il lavoratore scelga questa variante il datore o i datori di lavoro dovranno versare i contributi in questa cassa pensione. Questa soluzione potrebbe essere più favorevole per il lavoratore, poiché, diversamente dalla Fondazione istituto collettore sopra citata, molte casse pensione offrono prestazioni migliori rispetto al minimo di legge.

Se un lavoratore presta servizio per due datori di lavoro e guadagna più di CHF 21 150 all’anno da ciascuno di loro, risulta coperto da assicurazione obbligatoria da entrambi, poiché il salario annuo è superiore alla soglia di entrata. Tuttavia, la trattenuta di coordinamento viene operata su entrambi i salari, e questo in termini finanziari rappresenta uno svantaggio per il lavoratore. In questo caso sarebbe sicuramente più sensato chiedere ai datori di lavoro se non sia possibile optare per la concentrazione in un unico istituto di previdenza, come descritto nel caso 2.