L'attività economica dei fornitori di servizi e dell'industria svizzeri sta collassando
Articoli

L'economia svizzera risente del lockdown

L'economia svizzera in debito di ossigeno per le misure di contenimento del coronavirus. Il lockdown ha gettato lunghe ombre sull'andamento delle attività di numerose aziende dell'industria e del settore dei servizi svizzeri. Ciò malgrado, le misure di sostegno statali sono di aiuto nella crisi.

Le prospettive per l'industria svizzera si stanno adombrando

Il lockdown dettato dal Covid-19 colpisce l'economia svizzera. In numerosi settori le prospettive future sono più che mai oscure, tant'è vero che l'indice dei direttori agli acquisti (PMI) per l'industria, rilevato a marzo 2020 da procure.ch e Credit Suisse, è slittato di 5,9 punti a quota 43,7, decisamente al di sotto della soglia di crescita di 50 punti e mai così basso da luglio 2009.

Oltre alla produzione e al portafoglio ordini, fitte nubi si sono addensate anche sul mercato occupazionale. La subcomponente «occupazione» ha ceduto 8,4 punti e con gli attuali 42,5 punti lascia intravedere un fabbisogno più contenuto di forza lavoro. Nel frattempo, più di un quarto delle imprese industriali partecipanti ha già chiesto il lavoro ridotto. In media ne è interessato circa il 13 per cento di tutti gli occupati.

Il PMI dell'industria svizzera scivola al di sotto della soglia di crescita

Il PMI dell'industria svizzera scivola al di sotto della soglia di crescita

Evoluzione del PMI dell'industria
Fonti: procure.ch, Credit Suisse

Difficoltà di approvvigionamento gravano ulteriormente sull'industria svizzera

Le imprese industriali svizzere sono sempre più in difficoltà anche con gli acquisti, basti pensare alla ridotta disponibilità di beni provenienti soprattutto dall'Italia, ma anche dalla Germania e dalla Cina, con conseguenti tempi di consegna più lunghi rispetto ai mesi precedenti.

Se tempi di consegna più lunghi sono solitamente indicativi di uno sfruttamento più intensivo delle capacità produttive, è verosimile che si allungheranno ancora a seguito delle interruzioni di forniture imputabili alle misure di contenimento del coronavirus. Nonostante le difficoltà di approvvigionamento, i prezzi d'acquisto e le scorte di magazzino non hanno evidenziato sostanziali cambiamenti. Il livello dei prezzi è sceso ancora leggermente e le scorte si stanno un poco ricostituendo.

L'industria svizzera deve fare i conti con un allungamento dei tempi di consegna

L'industria svizzera deve fare i conti con un allungamento dei tempi di consegna

Evoluzione dei tempi di consegna per l'industria svizzera
Fonti: procure.ch, Credit Suisse

La situazione è particolarmente disagevole per i fornitori di servizi

Il terziario risente delle misure ancora più pesantemente dell'industria. L'indice dei direttori agli acquisti del settore dei servizi ha lamentato un crollo verticale: ha ceduto 23,9 punti rispetto al mese precedente, chiudendo a un livello di 28,1 punti. Il tutto sta chiaramente a indicare che il lockdown colpisce i fornitori di servizi direttamente con maggiore incisività rispetto alle imprese industriali, in quanto numerosi servizi non possono più essere erogati. Ne consegue che l'attività langue in ampia misura e anche i nuovi ordinativi e il portafoglio delle commesse sono ridotti.

Tutto ciò si ripercuote inevitabilmente sul fabbisogno di personale. Analogamente all'industria si fa diffusamente ricorso allo strumento del lavoro ridotto: più di un quarto dei fornitori di servizi adotta questa soluzione, che interessa il 17 per cento degli occupati. Ma i prestatori di servizi sembrano necessitare, ancora più che le imprese industriali, di aiuto nell'approvvigionamento, in particolare negli scambi internazionali. La situazione difficile sul versante dell'approvvigionamento e la debole domanda trovano espressione nell'evoluzione dei prezzi: mentre i prezzi d'acquisto aumentano, i prezzi di vendita scendono.

La crisi del Covid-19 sta facendo crollare gli affari dei fornitori di servizi

La crisi del Covid-19 sta facendo crollare gli affari dei fornitori di servizi

Evoluzione del PMI del settore dei servizi
Fonti: procure.ch, Credit Suisse

Le misure statali sostengono efficacemente l'economia svizzera

Tuttavia, imprese industriali e fornitori di servizi hanno sicuramente un punto in comune: per entrambi le misure di sostegno varate dallo Stato per fronteggiare la crisi del coronavirus sono significative e importanti. Oltre al lavoro ridotto, già ampiamente diffuso, sono valutati positivamente anche gli strumenti per garantire la liquidità, come i crediti da poco disponibili. Per numerose aziende svizzere è di grande importanza e apprezzabile soprattutto il fatto che le misure siano state varate in tempi così brevi e senza lungaggini burocratiche.

Avete domande su questo tema?

Richiedere una consulenza This link target opens in a new window
Saremo lieti di aiutarvi. Non esitate a contattarci al numero 0844 844 005.