La proprietà abitativa resta per molti giovani adulti un sogno nel cassetto
Articoli

Più di tre quarti dei giovani adulti sognano un'abitazione propria

La gioventù di oggi insegue gli stessi sogni e obiettivi delle generazioni precedenti, ma in merito alla questione della proprietà abitativa si ritrova a dover affrontare notevoli difficoltà. Il nuovo numero del Monitor immobiliare di Credit Suisse spiega i motivi per cui oggi i giovani lasciano più tardi la casa dei genitori e la proprietà abitativa è sempre più fuori portata.

I giovani lasciano la casa dei genitori sempre più tardi

Il processo di sviluppo e di separazione tipico della giovinezza comprende, oltre all'ingresso nel mondo del lavoro, la creazione di un'economia domestica propria - ma questo oggi avviene sempre più tardi. Quali sono le ragioni?

Il motivo principale della permanenza prolungata presso la casa dei genitori è la durata maggiore della formazione; infatti, i giovani scelgono in misura crescente percorsi formativi di grado elevato. Determinanti potrebbero essere anche il potenziamento del trasporto pubblico e il numero più elevato di sedi di università e scuole universitarie professionali. I tragitti più brevi e le migliori reti di trasporto consentono a molti giovani di continuare ad abitare nella casa dei genitori anche durante la formazione terziaria o al momento di affacciarsi alla vita professionale. Spesso anche fattori di carattere finanziario influenzano la scelta di non abbandonare il nido familiare.
 

Trend sul mercato immobiliare: i giovani adulti vivono in media sempre più a lungo nella casa dei genitori

I giovani adulti vivono in media sempre più a lungo nella casa dei genitori

Fonte: Ufficio federale di statistica, Credit Suisse
Ultimo aggiornamento: 2019
 

La forma abitativa più diffusa è l'appartamento per coppia

Una volta preparati gli scatoloni, i giovani si trasferiscono perlopiù in città. In coabitazione, come economia domestica unifamiliare o insieme al partner - spesso in intervalli di tempo relativamente brevi si susseguono più modelli abitativi. L'abitazione in coppia, con o senza figli, è la forma privilegiata. Anche la coabitazione sta guadagnando terreno, in quanto soluzione abitativa a basso costo. E questo non solo durante gli studi: intorno ai 35 anni è ormai molto frequente condividere un appartamento.

Mercato immobiliare: la coabitazione guadagna terreno

La coabitazione guadagna terreno

Fonte: Ufficio federale di statistica, Credit Suisse
Ultimo aggiornamento: 2019

Raffrontando l'offerta di alloggi e le esigenze della popolazione giovane, la lacuna maggiore riguarda la disponibilità di spazi abitativi attraenti e accessibili per i giovani lavoratori che desiderano vivere da soli in un contesto urbano.

Più di tre quarti dei giovani adulti sognano un'abitazione propria

Più di tre quarti dei giovani adulti sognano di abitare in una casa propria o lo considerano addirittura un importante obiettivo da raggiungere nella vita. Inizialmente tuttavia questo tema non occupa i pensieri dei giovani. Innanzitutto vi è l'esigenza di rimanere flessibili, e l'affitto in tal senso è l'opzione migliore. In secondo luogo, le difficoltà in termini di sostenibilità del finanziamento e l'incremento dei prezzi impediscono alla maggior parte delle giovani economie domestiche l'accesso alla proprietà abitativa. Di conseguenza, in Svizzera la proprietà abitativa viene presa in considerazione solo a partire dai 30 anni.

La proprietà abitativa viene presa più in considerazione solo dopo i 30 anni

La proprietà abitativa viene presa più in considerazione solo dopo i 30 anni

Fonte: Ufficio federale di statistica, Credit Suisse
Ultimo aggiornamento: 2019

Conclusione: la realizzazione del sogno di un'abitazione propria per le generazioni Y e Z è ancora lontana

La proprietà abitativa è molto ambita anche dai giovani adulti. Ma si tratta di un desiderio sempre più difficile da realizzare. A causa dei prezzi già elevati e ancora in aumento, per la maggior parte dei giovani l'abitazione propria rimane un miraggio. L'evoluzione del tasso di proprietà abitativa evidenzia che nella fascia d'età compresa tra i 30 e i 50 anni, l'acquisto di un'abitazione è sempre meno realizzabile. Per le generazioni Y e Z ciò significa che quello di una casa propria è spesso destinato a rimanere un sogno nel cassetto ed è sempre più difficile che si avveri anche in futuro.

Avete domande riguardo alle nuove tendenze sul mercato immobiliare?

Richiedere una consulenza This link target opens in a new window
Saremo lieti di assistervi. Non esitate a contattarci al numero 0844 100 113.