percezione-della-cassa-pensione-i-fattori-decisivi
Articoli

Capitale o rendita? La strategia giusta per prelevare i fondi della cassa pensione

Spesso alla fine della vita lavorativa l'avere della cassa pensione costituisce il patrimonio più cospicuo. È quindi importante per il pensionamento la domanda se questo capitale debba essere percepito sotto forma di liquidazione in capitale o rendita di vecchiaia. Il ruolo svolto dall'aliquota di conversione e dalla regione. 

L'aliquota di conversione determina l'ammontare della rendita della cassa pensione

Se si percepisce l'avere di vecchiaia dal 2° pilastro sotto forma di rendita, essa viene calcolata con l'aliquota di conversione. Con un'aliquota di conversione del 6,0 per cento, la rendita di vecchiaia annua ammonta al 6,0 per cento dell'avere di vecchiaia risparmiato. Se il capitale vecchiaia ammonta, per esempio, a 100 000 franchi svizzeri, si ottiene una rendita di 6000 franchi svizzeri all'anno.

Tenuto conto della realtà costituita da uno scenario di tassi d'interesse bassi e dall'avanzare dell'invecchiamento, negli ultimi anni le casse pensione hanno progressivamente abbassato le aliquote di conversione nel regime sovraobbligatorio. Secondo il sondaggio sulle casse pensioni di Credit Suisse, le casse pensioni prevedono un'aliquota di conversione media del 5,5 per cento per il periodo 2017-2022. L'aliquota di conversione tecnicamente corretta ammonterebbe a circa il 5,0 per cento; la tendenza al ribasso delle aliquote di conversione è destinata a proseguire.

aliquote-di-conversione-in-calo-riducono-la-rendita-di-vecchiaia

Aliquote di conversione in calo riducono la rendita di vecchiaia

Reddito lordo annuo derivante da percezione di una rendita (in franchi svizzeri) per diversi averi di vecchiaia e aliquote di conversione

Fonte: Credit Suisse

Pianificare correttamente la liquidazione in capitale dalla cassa pensione

Se si opta per la liquidazione in capitale, invece, l'avere della cassa pensione si trasforma nel patrimonio privato del beneficiario, che può liberamente disporre dei capitali liquidati. L'avere deve però bastare fino al termine della durata del pensionamento. Per questo è importante calcolare quanto capitale è possibile spendere e in quale periodo di tempo.

Più a lungo deve bastare il capitale, meno si dovrebbe spendere ogni anno. Il suo ammontare dipende anche dal tipo di rendimento che si può ottenere dal capitale liquidato e varia a seconda della strategia d'investimento e della propensione al rischio: di norma rendite più elevate comportano anche rischi maggiori.

reddito-lordo-annuo-per-liquidazione-in-capitale-dalla-cassa-pensione-per-diverse-ipotesi-di-rendimento

Regolare il consumo di capitale in caso di rendimento basso e un orizzonte temporale lungo

Reddito lordo annuo in franchi svizzeri per diversi prelievi di capitale (al netto delle imposte sul prelievo in capitale), durate di pensionamento (in anni) ed ipotesi di rendimento

Le indicazioni sulle performance realizzate in passato o gli scenari dei mercati finanziari non sono indicatori affidabili della performance attuale o futura.

Fonte: Credit Suisse

L'onere fiscale sulla liquidazione varia a seconda della regione

Infine, gli aspetti fiscali giocano un ruolo importante, in quanto le rendite (siano esse rendite di vecchiaia della previdenza professionale o dell'AVS) vengono interamente tassate come reddito. Anche una liquidazione in capitale deve essere tassata, ma separatamente dagli altri redditi e ad un'aliquota ridotta. Per le liquidazioni totali in capitale dalla cassa pensione è possibile ridurre notevolmente l'onere fiscale, poiché vi sono più imposte sulla sostanza che però vengono di norma più che compensate dalla riduzione delle imposte sul reddito.

L'onere fiscale per la liquidazione in capitale varia notevolmente da cantone a cantone. Le differenze da un comune all'altro possono ammontare a diverse migliaia di franchi. A Wollerau (SZ), attrattivo dal punto di vista fiscale, su 100 000 franchi svizzeri le imposte incidono per un importo di 1938 franchi e a Herisau (AR) per un importo di 7875 franchi svizzeri, quasi quattro volte di più.

Utilizzate il calcola-liquidazione in capitale di Credit Suisse per calcolare l'importo delle imposte in caso di liquidazione del vostro avere di previdenza. 

per-i-pensionati-a-seconda-dell'-onere-fiscale-diventano-fiscalmente-attrattive-nuove-regioni

Per i pensionati, a seconda dell'onere fiscale, diventano fiscalmente attrattive nuove regioni

Onere delle imposte sul reddito in franchi svizzeri, beneficiario di rendita solo con un reddito lordo di 60 000 franchi, 2017

Fonte: TaxWare, Credit Suisse, Geostat

Versamento di capitale - sì o no? 

Tenendo conto dei principali fattori, come per esempio l'aliquota di conversione o l'onere fiscale, a questo punto è possibile eseguire una valutazione finanziaria complessiva. Come si ripercuote la decisione di capitale o rendita sui mezzi disponibili nella vecchiaia?

Per rispondere a questa domanda, Credit Suisse ha calcolato il reddito netto al netto delle imposte per tutti i comuni della Svizzera e per svariati scenari. Gli scenari sono stati calcolati per numerosi averi di vecchiaia tenendo conto dell'onere delle imposte sulla liquidazione in capitale, sul reddito e sulla sostanza, che variano da comune a comune. Ne è risultato che nella città di Zurigo la percezione dalla sola rendita, per esempio, con un'aliquota di conversione del 5,0 per cento, una durata di pensionamento di 25 anni e un rendimento atteso del 2 per cento risulta finanziariamente interessante tanto quanto una semplice liquidazione in capitale (si veda grafico). Con un'aliquota di conversione più bassa, una durata di pensionamento più breve o con una rendita superiore sul capitale liquidato, la liquidazione in capitale diventa papabile quanto la rendita. Nelle regioni con un maggior onere fiscale la liquidazione in capitale diventa papabile prima.

reddito-dalla-rendita-di-vecchiaia-AVS-e-liquidazione-in-capitale-dalla-cassa-pensione

Simulazione del reddito disponibile per la vecchiaia

Reddito netto annuo in franchi svizzeri con un avere di vecchiaia di 1 milioni di franchi, che viene percepito in quote diverse come rendita o capitale; rendimento medio = 2 per cento all'anno, durata del pensionamento = 25 anni; pensionato solo, città di Zurigo, 2017

Le indicazioni sulle performance realizzate in passato e gli scenari dei mercati finanziari non sono indicatori affidabili della performance attuale o futura. * AdC = aliquota di conversione

Fonte: TaxWare, Credit Suisse

Numerosi fattori influiscono sul capitale della cassa pensione 

A causa delle differenze regionali dell'onere fiscale, il reddito a disposizione nella vecchiaia dipende in misura sostanziale dal luogo di residenza. A seconda del luogo di residenza, dall'adozione della stessa identica strategia scaturiscono differenze di reddito netto annuo che ammontano fino a quasi 12 000 franchi svizzeri.

Conviene quindi considerare esattamente il caso specifico unitamente alla specifica situazione familiare, agli aspetti di diritto successorio, alla salute e alla situazione abitativa.

reddito-netto-annuo-da-rendite-e-prelievo-della-cassa-pensione

Differenze regionali nel reddito netto annuo

Reddito netto annuo in franchi svizzeri da rendita AVS, da rendita di previdenza professionale e reddito da capitale in caso di riscossione degli averi di vecchiaia per un importo di 1 milioni di franchi all'80%/20% come rendita/capitale, aliquota di conversione = 5,5 per cento, rendimento medio = 2 per cento all'anno, durata del pensionamento = 25 anni, 2017

Le indicazioni sulle performance realizzate in passato o gli scenari dei mercati finanziari non sono indicatori affidabili della performance attuale o futura.

Fonte: TaxWare, Credit Suisse, Geostat