Reddito liberamente disponibile: dove conviene abitare in Svizzera
Articoli

Abitare in modo conveniente? Dove si ha più reddito disponibile in Svizzera. 

Abitare in modo conveniente in Svizzera? È possibile. Il nuovo studio di Credit Suisse illustra i cinque principali fattori dell’attrattiva residenziale e, mediante una cartina interattiva, mostra in quali cantoni e comuni il reddito liberamente disponibile è maggiore. 

L’indicatore RDI svela dove è più conveniente abitare in Svizzera

La scelta del «giusto» luogo di domicilio rappresenta per molti una delle decisioni più importanti della vita. I criteri di selezione sono molteplici: oltre all’ubicazione, all’offerta di infrastrutture, alla disponibilità di immobili residenziali adeguati, ai criteri emotivi e alle relazioni interpersonali, di norma svolgono un ruolo fondamentale anche i fattori finanziari.

L’indicatore RDI (Regional Disposable Income) sviluppato da Credit Suisse valuta l’attrattiva residenziale finanziaria dei cantoni e dei comuni svizzeri sulla scorta di evidenze quantitative. La base utilizzata è il reddito liberamente disponibile stimato di oltre 120 000 esempi di economie domestiche per luogo di domicilio. Lo studio offre quindi una risposta alla domanda: nei diversi luoghi di domicilio, al netto dei carichi obbligatori e dei costi fissi, quanto reddito delle economie domestiche rimane disponibile per il libero consumo o per il risparmio? O in breve: dove costa meno la vita?

Reddito liberamente disponibile: Calcolo

Calcolo del reddito liberamente disponibile 

Rappresentazione schematica del budget di un esempio di economia domestica (coppia di coniugi con due figli in età prescolare che due giorni a settimana frequentano una struttura di custodia collettiva diurna)

Fonte: Credit Suisse

Cartina interattiva: qui la vita costa meno

Questo web tool, tramite una cartina interattiva, rappresenta i risultati di alcune economie domestiche selezionate. Con pochi dati, in modo semplice e veloce, potrete scoprire quali luoghi di domicilio sono finanziariamente più attrattivi.

Innanzitutto selezionate un tipo di economia domestica. Sulla base della cartina colorata, vedrete quindi quali comuni sono particolarmente vantaggiosi dal punto di vista finanziario per tale tipo di economia domestica. Tramite la ricerca o facendo clic su un comune potete selezionare un luogo di domicilio. Verrà quindi rappresentato il reddito liberamente disponibile in questo luogo. Facendo clic sul tasto freccia riceverete maggiori informazioni sui carichi obbligatori, sui costi fissi, sui costi per la mobilità e sulle spese per l’accudimento dei figli.

A tale proposito non è possibile rappresentare la totalità dei risultati per tutti i comuni svizzeri. Per questo Credit Suisse ha redatto dei fact sheet per tutti i comuni e i quartieri di Basilea, Berna, Ginevra, Losanna e Zurigo. Mostrano l’attrattiva residenziale finanziaria dei comuni per i diversi tipi di economie domestiche e la raffrontano con quella dei principali comuni circostanti.

Mettiamo volentieri a vostra disposizione il fact sheet del vostro comune di domicilio o dei comuni di raffronto. A tale proposito siete pregati di contattare il vostro consulente di Credit Suisse.

5 principali fattori dell’attrattiva residenziale

A causa del federalismo finanziario svizzero e in seguito alla diversità delle strutture di mercato locali, le spese obbligatorie e i costi fissi presentano notevoli disparità regionali. Di seguito vengono presentati i cinque fattori che influiscono in modo significativo sull’attrattiva finanziaria di un luogo di domicilio.

1. Onere fiscale: trasferirsi talvolta consente di ridurre notevolmente le imposte

Le imposte sul reddito e sulla sostanza (pari a quasi il 12 percento del reddito lordo medio) rappresentano una delle principali voci di spesa di un’economia domestica. È quanto emerge dall’indagine sul budget delle economie domestiche dell’Ufficio federale di statistica relativa al periodo 2015-2017. A causa della struttura federalistica dello Stato, sussistono tuttavia sostanziali differenze regionali in termini di onere fiscale.

In cima alla classifica cantonale sull’imposizione fiscale stilata nel 2020 da Credit Suisse si trova il Canton Zugo, che risulta il più attrattivo. A seguire si collocano i cantoni Nidvaldo e Uri. Per contro, la Svizzera occidentale, a eccezione di Ginevra, presenta aliquote fiscali superiori alla media. Anche all’interno dei cantoni esistono spesso notevoli differenze di onere fiscale.

2. Costi abitativi: costi elevati nei centri e nelle regioni turistiche

Oltre alle imposte, anche i costi abitativi rappresentano una componente di spesa importante per la maggior parte delle economie domestiche elvetiche. Mediamente ammontano a ben un decimo del budget delle economie domestiche, come mostrano i dati dell’indagine sul budget delle economie domestiche relativa al periodo 2015-2017. Per le economie domestiche a basso reddito, tuttavia, tale quota può anche essere nettamente superiore.

Le spese per la propria casa dipendono dal tipo di abitazione. Grazie ai bassi interessi ipotecari gli attuali costi finanziari di un immobile di proprietà sono da anni inferiori a quelli relativi agli affitti di un immobile comparabile. Ad influire in modo ancora più significativo sull’ammontare dei costi abitativi è la regione in cui si trova l’abitazione. Soprattutto nei centri e negli agglomerati come pure nelle regioni fiscalmente attrattive e turistiche le spese abitative sono più elevate che nelle altre aree.

3. Costi per la mobilità: le deduzioni fiscali aumentano la disponibilità al pendolarismo

Gli svizzeri sono un popolo di pendolari. Circa il 70 percento delle persone che esercita una professione lavora al di fuori del proprio comune di domicilio e quasi il 20 percento attraversa almeno un confine cantonale nel tragitto per recarsi al lavoro. I costi della mobilità per ragioni professionali dipendono essenzialmente dal tragitto percorso per recarsi al lavoro e dal mezzo di trasporto scelto a tale scopo. Oltre la metà dei pendolari professionali compie tale tragitto in auto, mentre un terzo utilizza i mezzi di trasporto pubblici.

Poiché i costi relativi alla mobilità per ragioni professionali sono in parte deducibili dal reddito imponibile, vi è un incentivo finanziario a mettere in conto tragitti più lunghi per recarsi al lavoro. Non essendo previsti limiti superiori, a seconda del cantone di domicilio e del tragitto pendolare le deduzioni per i pendolari possono superare i 30 000 franchi. Anche le imposte di circolazione sui veicoli a motore si differenziano a livello cantonale. Molti cantoni garantiscono aliquote d’imposta ridotte per le auto elettriche o addirittura esonerano completamente i proprietari dalle imposte di circolazione.

4. Assicurazione malattie: le disparità tra le aree urbane e quelle rurali per quanto riguarda le casse malati obbligatorie

I premi delle casse malati costituiscono una delle maggiori voci di spesa per le economie domestiche. L’aumento dell’aspettativa di vita e il maggior benessere, negli anni passati hanno determinato un continuo aumento di questa voce di spesa. Ma il premio medio nazionale non dice molto riguardo all’effettiva entità del premio per un’economia domestica, infatti il premio annuale della cassa malati può variare notevolmente a seconda del luogo di domicilio.

Queste differenze regionali possono essere significative: un adulto nell’Appenzello Interno paga addirittura un premio di oltre 3000 franchi inferiore rispetto a Basilea Città. Oltre alle divergenze in termini di premi di base, le riduzioni dei premi individuali determinano forti differenze a livello regionale nei premi netti effettivi, soprattutto per le famiglie a basso reddito.

5. Spese per l’accudimento dei figli e assegni familiari: notevoli differenze a livello cantonale

Per i genitori che svolgono un’attività lavorativa, l’accudimento dei figli complementare alla famiglia costituisce spesso una voce di spesa significativa. Le tariffe delle strutture di accudimento e la prassi dei cantoni e dei comuni in materia di sovvenzioni sono però molto eterogenee a livello regionale. A seconda del luogo di domicilio, una famiglia con un reddito medio può pagare fino a cinque volte di più per l’accudimento in una struttura di custodia collettiva diurna.

Anche i risparmi fiscali delle famiglie per i costi di accudimento da parte di terzi e le deduzioni per figli variano molto da un cantone all’altro. Infine i genitori hanno anche diritto ad assegni familiari. Mentre molti cantoni si attengono alle aliquote minime ai sensi della legge federale, altri concedono assegni superiori. Se si considerano tutti i parametri, il Canton Vallese presenta l’attrattiva residenziale finanziaria più elevata per le famiglie.

Conclusione: Appenzello Interno è in cima alla classifica

Il cantone dove la vita costa meno è Appenzello Interno, seguito da Uri e Glarona. Con costi abitativi contenuti e un’imposizione vantaggiosa in termini di imposte e altre spese, i tre cantoni risultano essere i più attraenti dal punto di vista finanziario. A centro classifica, con posizionamenti diversi, si colloca una serie di cantoni a carattere rurale o suburbano.

In fondo alla classifica figurano i cantoni a prevalenza urbana di Ginevra e Basilea-Città. Gli elevati costi abitativi, uniti a un’imposizione superiore alla media (onere fiscale e premi della cassa malati), contribuiscono a rendere più costosa la vita in queste località per le economie domestiche medie.

Attrattiva residenziale finanziaria dei cantoni svizzeri

Attrattiva residenziale finanziaria dei cantoni svizzeri 

Indicatore sintetico, CH = 0, tenendo conto dei costi di mobilità per ragioni professionali e l’accudimento dei figli complementare alla famiglia, 2021

Fonte: Credit Suisse

Desiderate acquistare un’abitazione di proprietà e avete domande in merito al finanziamento? 

Richiedere una consulenza  This link target opens in a new window Scaricare lo studio sull’attrattiva residenziale sul piano finanziario  This link target opens in a new window
Saremo lieti di assistervi. Non esitate a contattarci al numero 0844 100 113.