secondo-il-global-wealth-report-il-benessere-è-aumentato
Articoli

Nel 2017 il patrimonio globale è notevolmente aumentato

Di recente è stato pubblicato il Global Wealth Report annuale di Credit Suisse. I guadagni realizzati sui mercati azionari e il rialzo dei prezzi dei valori reali hanno determinato un aumento del patrimonio globale senza precedenti dal 2012. Lo studio sulla ricchezza globale consente di trarre alcune conclusioni interessanti.

Dal Credit Suisse Global Wealth Report 2017 emergono alcuni sviluppi interessanti che, se da una parte lasciano ben sperare, dall'altra destano preoccupazione. Va detto innanzitutto che nel 2017 si è registrata una notevole crescita dei patrimoni privati complessivi pari al 6,4 per cento. Come dimostra la figura di seguito riportata, è stato un anno positivo per chi detiene un patrimonio.

Un altro elemento degno di nota è rappresentato dal fatto che nel 2017 l'aumento della ricchezza globale non è stato dovuto solo all'andamento favorevole dei mercati azionari, ma anche e soprattutto alla capacità innovativa degli imprenditori. Il tasso di crescita medio dei patrimoni privati - pari al 6,4 per cento - è superiore sia all'aumento demografico che alla media degli utili di borsa. Pertanto, anche il divario fra ricchi e poveri si è leggermente ridotto, benché sia tuttora eccessivamente elevato, in particolare in Africa e Sud America. 

il-benessere-globale-è-aumentato

Variazione annua (%) dei patrimoni privati globali e delle loro componenti, 2000-2017

Fonte: James Davies, Rodrigo Lluberas e Anthony Shorrocks, Credit Suisse Global Wealth Databook 2017, Credit Suisse Research Institute

La Svizzera in testa alla classifica dei patrimoni

La seguente tabella mostra che l'anno scorso gli USA - e l'India per i più piccoli - hanno registrato la maggiore crescita dei patrimoni, pari a quasi al 10 per cento. Negli Stati Uniti anche il patrimonio medio pro capite si attesta su livelli elevati, ossia 375 000 dollari statunitensi.

Con un patrimonio privato pro capite di 537 000 franchi la Svizzera si conferma al primo posto in classifica. Più di due terzi della popolazione dispone di oltre 100 000 franchi di risparmi e quasi il 9 per cento possiede un patrimonio superiore a un milione.

Variazioni regionali dei patrimoni privati complessivi, 2016-2017

  Ricchezza totale
Variazione della ricchezza totale
Ricchezza per adulto
Variazione della ricchezza per adulto
Variazione della ricchezza finanziaria
Variazione della ricchezza non finanziaria
Variazione dell'indebitamento
2017 2016-17 2016-17 2017 2016-17 2016-17 2016-17 2016-17 2016-17 2016-17 2016-17
Mrd. USD
Mrd. USD
% USD % Mrd. USD
% Mrd. USD
% Mrd. USD
%
Africa 2'499 22 0.9 4'166 -1.9 51 4.1 -10 -0.7 18 7.0
Asia-Pacifico
55'052 396 0.7 47'479  -1.0 201 0.6 497 1.6 302 3.5
Cina
29'000 1'718 6.3 26'872 5.6 302 2.2 1'601 10.2 186 7.8
Europa 79'639 4'757 6.4 135'163 6.3 2'621 6.6 2'797 5.8 662 5.3
India 4'987 451 9.9 5'976 7.9 64 9.1 470 11.0 83 19.5
America latina 8'107 302 3.9 19'049 2.1 124 4.5 271 4.3 94 7.4
Nord America 101'005 9'097 9.9 374'869 8.8 6'313 8.4 3'441 10.7 657 4.3
Mondo 280'289 16'744 6.4 56'541 4.9 9'676 5.8 9'068 6.5 2'002 4.9

Fonte: James Davies, Rodrigo Lluberas e Anthony Shorrocks, Credit Suisse Global Wealth Databook 2017, Credit Suisse Research Institute

Conclusioni del Global Wealth Report

Altre importanti osservazioni:

  • La percentuale dei patrimoni globali rappresentata dai paesi emergenti aumenta sistematicamente. Dal 2000 a oggi è quasi raddoppiata, passando da circa il 10 per cento a quasi il 20 per cento. 
  • Le monete esercitano una notevole influenza. Il franco forte è un importante motivo che spiega perchè il patrimonio pro capite degli svizzeri è elevato, mentre le valute deboli, in particolare quelle di Giappone, Inghilterra e Egitto, hanno avuto un impatto negativo. 
  • Nonostante la crescita economica, sussistono notevoli disparità. Il 70 per cento della popolazione mondiale detiene poco meno del 3 per cento del patrimonio globale. 
  • Le disuguaglianze non sono solo un fenomeno regionale, ma anche demografico. Oltre a possedere patrimoni decisamente inferiori a quelli dei genitori, i "millennials" hanno contratto debiti piuttosto ingenti, soprattutto per finanziare la propria istruzione. Si tratta di due elementi che influenzeranno a lungo il loro comportamento economico.
crescita-del-patrimonio-regionale

Crescita del patrimonio regionale 2000-2017

Fonte: James Davies, Rodrigo Lluberas e Anthony Shorrocks, Credit Suisse Global Wealth Databook 2017, Credit Suisse Research Institute

I settori che traggono vantaggio dall'aumento dei patrimoni

Chi trae vantaggio dal costante aumento dei patrimoni nei mercati emergenti, in particolare in Asia, è da un lato il settore dei consumi, in rapida crescita e, dall'altro, quello delle infrastrutture urbane, caratterizzato da uno sviluppo repentino. Di recente, in una sola giornata il rivenditore online cinese Alibaba ha realizzato il fatturato record di 25 miliardi di dollari statunitensi.

La crescente domanda di turismo, gastronomia, alberghi e articoli di lusso è un ulteriore segno di questa crescita strutturale. Anche il conseguente aumento delle infrastrutture in settori come la mobilità, l'energia e le risorse idriche è un altro sviluppo con prospettive di crescita superiori alla media.