Costruire e risanare ad alta efficienza energetica
Articoli

Costruire e risanare ad alta efficienza energetica

Una casa autosufficiente dal punto di vista energetico è una sorta di assicurazione contro l’aumento dei prezzi dell’energia. Perché costruendo o ristrutturando la casa ad alta efficienza energetica, è possibile fare ampio affidamento sulle fonti di energia naturali. Leggete come rendere la vostra casa a basso consumo energetico o autosufficiente e quali particolarità comporta.

Vale la pena costruire ad alta efficienza energetica?

I prezzi dell’energia sono aumentati e probabilmente si manterranno ad un livello elevato. Rendendo la vostra casa efficiente dal punto di vista energetico, potrete ridurre i costi di consumo per l’elettricità e il riscaldamento e rendervi un po’ più liberi da questo aumento dei prezzi. L’investimento si ripaga di solito in pochi anni. Se da un lato si riducono notevolmente le spese accessorie per la casa, dall’altro bisogna considerare che gli impianti per il risparmio energetico comportano alcuni costi di manutenzione.

Edifici ad alta efficienza energetica vs. edifici energeticamente autonomi. Qual è la differenza?

Una casa ad alta efficienza energetica consuma meno energia. Queste includono case a risparmio energetico con un fabbisogno di riscaldamento di 50 kWh/m2 e case passive con un fabbisogno di riscaldamento non superiore a 15 kWh/m2.

Una casa autosufficiente dal punto di vista energetico, come suggerisce il termine, non necessita di una fornitura esterna di calore e di energia ed è quindi completamente indipendente dai prezzi dell’energia. A questo scopo si utilizzano impianti fotovoltaici, cioè sistemi di energia solare, generatori eolici montati sul tetto, pompe di calore e accumulatori di elettricità. Sono inoltre necessari un isolamento eccellente e un sistema di ventilazione con recupero di calore. In questo modo è possibile generare la massima quantità di energia e conservarla in attesa dell’inverno.

Tuttavia, l’autosufficienza al 100% per ora è un’eccezione. I motivi sono molteplici: le dimensioni delle batterie da collocare in cantina per l’immagazzinamento dell’elettricità rappresentano una sfida. Anche trovare una superficie sufficientemente ampia per installare i moduli solari è complicato per motivi di spazio, specialmente nelle aree urbane. In più si consuma elettricità anche di notte, anche se non è possibile generare nuova elettricità con la luce del sole.

Tuttavia, è realistico raggiungere il 70-80% di autosufficienza energetica. In più, il collegamento alla rete elettrica offre anche alcuni vantaggi. Se ad esempio si desidera riscaldare il bagno velocemente per fare la doccia, un riscaldatore elettrico si rivela molto utile. E se l’impianto fotovoltaico dovesse avere un guasto, non rimarrete senza corrente fino all’arrivo di un tecnico.

Costruire e risanare per risparmiare energia. Ulteriori vantaggi.

  1. Per tutelare l’ambiente: utilizzando fonti energetiche naturali, si evitano le emissioni di CO2 salvaguardando l’ambiente.
  2. Apprezzamento dell’immobile: un immobile ad alta efficienza energetica, costruito o ristrutturato secondo gli standard più recenti, ha un valore di mercato più elevato.

Costruire e risanare ad alta efficienza energetica. Quali aree della casa sono interessate?

Un elemento che può comportare la perdita di energia è ad esempio un isolamento insufficiente. Si tratta di finestre, porte, facciate, cantina e massetto. Inoltre è opportuno dare un’occhiata al riscaldamento. Risanare questi elementi può consentire di risparmiare enormi quantità di energia.

Anche un sistema di ventilazione moderno ed efficiente permette di risparmiare sui costi di riscaldamento. Questo perché sostituisce in gran parte la ventilazione manuale, riducendo le perdite di calore. Contribuisce infine a prevenire la formazione di muffa, dal momento che la temperatura della stanza è controllata e rimane costante.

Come realizzare un progetto di costruzione orientato al risparmio energetico?

Per stabilire le misure edilizie necessarie, solitamente si richiede una perizia per il Certificato Energetico Cantonale degli Edifici (CECE). L’immobile viene classificato da A (alta efficienza) a G (scarsa efficienza). Nel rapporto CECE Plus vengono individuati metodi concreti per aumentare l’efficienza energetica. Il CECE Plus è solitamente sovvenzionato dai cantoni.

A seconda della tecnologia e del metodo di costruzione, è possibile raggiungere diversi livelli di risparmio energetico. Vale quindi la pena confrontare i diversi modelli e consultare un esperto. Se il progetto è una trasformazione, possono essere di supporto, ad esempio, un architetto o un ingegnere civile. Per rinnovare invece la domotica dell’edificio, è necessario rivolgersi a un ingegnere elettrotecnico. Per trovare un esperto nella vostra regione cliccate qui.

È importante ricordare che gli impianti per il risparmio energetico devono essere segnalati al comune. Inoltre, negli edifici storici sono consentiti solo alcuni interventi di risanamento.

Come si può finanziare un progetto edile orientato all’efficienza energetica?

Esistono numerose sovvenzioni statali. Tra queste troviamo, ad esempio, un sussidio per l’ammortamento o deduzioni fiscali. Si applicano sia per le nuove costruzioni che per le misure di risanamento. Viene inoltre sovvenzionata l’installazione di sistemi di riscaldamento a zero emissioni di CO2. Tuttavia, le possibilità e i requisiti concreti variano a seconda del cantone e del comune. In molte zone è richiesto il certificato CECE Plus. Troverete maggiori informazioni qui.

Come avviene per i normali progetti di ristrutturazione, potete aumentare l’ipoteca per una ristrutturazione volta a migliorare l’efficienza energetica o attingere ai fondi previdenziali del pilastro 3a. Per la ristrutturazione dell’immobile si possono utilizzare anche i fondi della cassa pensione. Gli esperti di Credit Suisse saranno lieti di aiutarvi a progettare la vostra casa a risparmio energetico.

Saremo felici di aiutarvi.

Richiedere una consulenza This link target opens in a new window
Non esitate a contattarci al numero  0844 100 113.