Livio Fischbach, co-autore dello studio sul futuro della cassa pensione e l'andamento delle rendite in merito alle possibilità della previdenza privata
Articoli

Le rendite diminuiscono: sette proposte per la vostra previdenza privata

Bassi tassi d'interesse, aspettativa di vita in aumento e calo delle aliquote di conversione: le generazioni future dovranno fare i conti con rendite più basse. La previdenza privata diventa sempre più importante. Abbiamo raccolto sette proposte utili per affrontare la terza età con la massima spensieratezza.

Chi è già in pensione, ha avuto fortuna – almeno dal punto di vista della rendita. Perché gli attuali pensionati beneficiano degli elevati rendimenti dei decenni passati, responsabili dell'incremento del patrimonio della cassa pensione, nonché di aliquote di conversione che oggi appaiono eccessive.

Per la popolazione attiva di oggi è tutta un'altra storia: i bassi tassi d'interesse rallentano la costituzione dell'avere di vecchiaia, le aliquote di conversione diminuiscono e tra qualche anno si attesteranno a livelli ancora più bassi. Si avverte la necessità di riforme e sono in corso accesi dibattiti su come potrebbero concretizzarsi

Le rendite sono destinate a diminuire

Uno studio attuale di Credit Suisse mostra che, in assenza di misure correttive, la situazione pensionistica futura è destinata a peggiorare sensibilmente. Lo studio analizza anche le proposte di riforma, attualmente in discussione, delle associazioni e organizzazioni coinvolte in merito agli effetti finanziari sul singolo individuo. Anche ipotizzando l'effettiva attuazione di alcune di queste misure, le rendite tenderanno a diminuire, con conseguente inasprimento delle lacune previdenziali.

Nella fascia di reddito medio-alta le rendite diminuiscono del 15–30 per cento in termini reali

Nella fascia di reddito medio-alta le rendite diminuiscono del 15%–30% in termini reali

Rendita del primo e secondo pilastro nel confronto generazionale, in termini reali (ai prezzi del 2010) in CHF ipotizzando ancora una bassa inflazione pari a circa lo 0,5% p.a.

Fonte: Ufficio federale di statistica (IPC fino al 2019), Credit Suisse

Come emerge chiaramente dalla situazione attuale, la previdenza privata è più che mai importante. Nei prossimi decenni diventerà sempre più decisiva.

Ecco cosa potete fare

Vi proponiamo sette possibili accorgimenti per migliorare già oggi la vostra situazione personale dopo il pensionamento.

Sette misure per la previdenza privata

1. Massimi versamenti nel pilastro 3a

Rispetto a tutte le riforme proposte, questa misura è la più efficace. Soprattutto per il segmento di reddito più basso, determina un aumento del reddito risultante da rendita fino a 17 punti percentuali.
L'importo massimo che le persone attive con cassa pensione dovrebbero versare ogni anno nel pilastro 3a si attesta attualmente a CHF 6826. Per le persone attive senza cassa pensione vale la regola: il 20% del reddito netto o un importo massimo di CHF 34 128.

Un altro grande vantaggio dei versamenti nel pilastro 3a è la relativa agevolazione fiscale. A seconda del comune, l’agevolazione fiscale aumenta significativamente il rendimento complessivo realizzato con il risparmio nel pilastro 3°.

Nonostante tutti i vantaggi, molti lavoratori, soprattutto le donne, non sfruttano il potenziale.

2. Rendimenti elevati sui risparmi 3a grazie ai titoli

Oggi, a causa dei bassi tassi di interesse, i rendimenti sui normali conti di previdenza del pilastro 3a sono modesti. Con le soluzioni in titoli sussiste la possibilità di incrementare notevolmente il rendimento. È consigliabile l'apertura di un deposito di previdenza, in particolare in caso di orizzonte temporale di lungo termine, vale a dire per persone che esercitano un'attività lucrativa nella fascia d'età medio-bassa. In questo modo vengono compensate le possibili flessioni dei corsi.

Dal confronto di due lavoratori che dal 1° gennaio 1987 al 31 dicembre 2018 hanno versato nel pilastro 3a, all'inizio di ogni anno, l'importo massimo, emerge quanto segue: mentre il primo ha versato il suo denaro in un normale conto di previdenza, il secondo si è avvalso della previdenza in titoli e nell'arco di 31 anni ha conseguito ricavi maggiori, pari a CHF 84 463.  

3. Iniziare presto con i versamenti nel pilastro 3a – anche con piccoli importi

Soprattutto per i giovani che svolgono un'attività lucrativa, l'importo massimo annuale 3a di CHF 6826 può sembrare irrealistico. Non per questo conviene rinunciare al versamento nel pilastro 3a, privilegiato sul piano fiscale. Anche il versamento di piccoli importi ha ripercussioni positive – sulla rendita futura, ma anche sulle tasse attuali. Soprattutto i giovani con lungo orizzonte temporale possono beneficiare delle suddette soluzioni in titoli.

La previdenza in titoli conviene
Desidero verificare e migliorare la mia previdenza vincolata.

Aprire un deposito di previdenza This link target opens in a new window Richiedere una consulenza This link target opens in a new window

4. Versamenti nel pilastro 3b

La previdenza volontaria nel pilastro 3b comprende risparmi come conti di risparmio, obbligazioni, investimenti sul mercato monetario, azioni, quote di fondi d'investimento o proprietà abitative. Di norma si può disporre in qualsiasi momento del capitale risparmiato. Ma a differenza della previdenza vincolata nel pilastro 3a, la previdenza volontaria non comporta vantaggi fiscali, tranne per poche eccezioni.  

5. 2° pilastro: riscatti facoltativi di prestazioni della cassa pensione

Chi presenta lacune di copertura nella cassa pensione, per esempio a causa di interruzioni dovute ai figli o permanenze prolungate all'estero, ha facoltà di colmare tali lacune. Questi «riscatti» nella cassa pensione sono quasi sempre più elevati rispetto all'importo massimo 3a consentito e possono anche essere dedotti dal reddito imponibile. Al contrario del pilastro 3a, i riscatti facoltativi di prestazioni della cassa pensione sono possibili anche in un secondo momento e sull'arco di più anni. L'importo massimo viene calcolato individualmente - come indicato nel certificato d'assicurazione.

Tuttavia, prima di un eventuale riscatto di prestazioni della cassa pensione bisognerebbe verificare alcuni punti, per esempio la situazione finanziaria della cassa pensione o le disposizioni in caso di decesso. Per motivi fiscali l'ideale è una ripartizione su più anni, tenendo in considerazione che, dopo i riscatti, non sono consentite
liquidazioni in capitale nei tre anni successivi.

6. 2° pilastro: versare volontariamente contributi più elevati

Alcune casse pensioni consentono ai loro assicurati di versare volontariamente contributi di risparmio più elevati. A differenza dei riscatti di prestazioni della cassa pensione menzionati al punto 5, gli importi di risparmio facoltativi corrispondono a una data aliquota percentuale dello stipendio assicurato, definita nel piano di previdenza dell'azienda. Vengono detratti dallo stipendio direttamente dal datore di lavoro e trasferiti alla cassa pensione. Se questa possibilità vi interessa, parlatene con il vostro datore di lavoro.

7. Continuare a lavorare – oltre l'età di pensionamento

Oltre a tutte le possibilità menzionate, non bisogna dimenticare che si può anche continuare a lavorare.
Il prelievo della rendita di vecchiaia AVS può essere posticipato di un massimo di 5 anni; per le casse pensioni la regolamentazione è diversa, ma spesso si attesta comunque a un massimo di 5 anni. Tuttavia difficilmente si può pianificare il prolungamento della vita lavorativa. Se per esempio il datore di lavoro non condivide le stesse aspettative, trovare un nuovo lavoro può essere un'ardua impresa. Chi ha sfortuna, subirà una riduzione dell'aliquota di conversione proprio nella fase di prolungamento della vita lavorativa – per poi ritrovarsi con la stessa rendita che risulterebbe da un normale pensionamento.
Dunque, in fase di pianificazione della previdenza per la vecchiaia, il lavoro oltre l'età di pensionamento non dovrebbe sostituire la previdenza privata.

Pianificare la previdenza privata

Richiedere una consulenza This link target opens in a new window Panoramica delle soluzioni 3a This link target opens in a new window
Come mostrano le sette misure, nella previdenza privata si profilano possibilità del tutto diverse. Saremo lieti di fornirvi la nostra consulenza nella definizione di una strategia personalizzata.