Testamento e disposizioni ereditarie.
Articoli

I 5 principali consigli per fare testamento, ereditare e lasciare in eredità

La regolamentazione della successione è un tasto piuttosto delicato per la maggior parte delle persone. Se si vuole intervenire in modo consapevole non si può evitare di analizzare regolarmente la propria situazione e conoscere le disposizioni di legge Tenete conto di questi 5 consigli!

Consiglio 1: affrontate assolutamente per tempo il tema dell'eredità

Le persone che sono nel pieno della vita tendono a rimandare il tema della successione ereditaria. L'età non conta. Ciò che invece conta è la situazione familiare e professionale. Quanto più sono complicati i rapporti di parentela e quanto più complessa è la situazione patrimoniale, tanto più importante diventa pianificare per tempo l'eredità. Per situazioni patrimoniali particolarmente complesse rivolgetevi a un esperto, che vi potrà consigliare e supportare professionalmente in tutti gli aspetti. Può trattarsi di un avvocato, un notaio, un fiduciario o un altro specialista.

Consiglio 2: la pianificazione successoria è un processo costante

La pianificazione successoria è più della conclusione di un contratto matrimoniale o successorio. Modificate il vostro piano a seconda della vostra attuale situazione di vita. Ogni cambiamento professionale o privato può influenzare la pianificazione successoria. Per questo motivo conviene prendere spunto da eventi importanti come concubinato, matrimonio, nascite, divorzio, acquisto di un immobile o riorientamento professionale, per pianificare l'eredità e ripensare ed eventualmente adeguare le disposizioni esistenti.

Consiglio 3: tenete conto del diritto del regime dei beni fra i coniugi

Per le persone coniugate, il regime dei beni influisce in modo decisivo sui diritti finanziari che riguardano i coniugi e gli eredi. Verificate pertanto se un contratto matrimoniale fa al caso vostro.

Consiglio 4: donare anziché lasciare in eredità?

Gli eredi invecchiano sempre di più. Chi desidera sostenere i propri discendenti, qualora essi abbiano bisogno di denaro, sempre più spesso lo fa quando è ancora in vita. Valutate se desiderate donare ai vostri discendenti già da adesso una parte del vostro patrimonio (acconto della quota ereditaria). Una donazione risulta particolarmente opportuna laddove determinate componenti patrimoniali non sono più necessarie e per i discendenti risulta utile disporne da subito.

Consiglio 5: caso giuridico speciale – concubinato

Le differenze tra matrimonio e concubinato sono tante. Ad esempio per quanto riguarda il diritto di informazione in casi di emergenza o il diritto di affidamento dei figli in comune. Per i conviventi la legge non prevede nessuna disciplina analoga al regime matrimoniale e al diritto successorio in caso di decesso. Per questo motivo conviene senz'altro stipulare un testamento, un mandato precauzionale, un testamento biologico e verificare il regolamento della cassa pensione.