bitcoin-farinet-e-valute-parallele
Articoli

Bitcoin, farinet e le dubbie possibilità offerte dalle valute parallele

Il bitcoin può davvero sostituire le altre valute? L'andamento del mezzo di pagamento alternativo evidenzia una netta crescita. Tuttavia, gli investitori dovrebbero essere cauti a effettuare investimenti in bitcoin.

Gli investitori chiedono spesso se il bitcoin può diventare una reale alternativa alle valute tradizionali. La questione non è una novità, ma lo è certamente il clamore generale suscitato dal bitcoin. I suoi recenti rialzi di prezzo sono vertiginosi.

bitcoin-andamento-dei-prezzi-2013-2017

Il fulmineo aumento dei prezzi del bitcoin: bolla o rivoluzione valutaria?

Fonte: Bloomberg, Credit Suisse

Dall'IOU al farinet: il bitcoin non è la prima valuta alternativa

Le valute parallele sono sempre esistite. Anche oggi ne circolano diverse, ad esempio l'"IOU", con il quale in Grecia o in California vengono pagati i dipendenti statali. Nel Canton Vallese, in alcuni settori turistici, è stata recentemente emessa una valuta parallela, il farinet.

Secondo la leggenda Joseph Samuel Farinet, un contrabbandiere e falsario vissuto nel XIX secolo, era una sorta di Robin Hood. Tra la popolazione di contadini e commercianti del Basso Vallese, le sue monete false da 20 centesimi godevano di una fiducia maggiore rispetto al denaro cartaceo della Banca Cantonale, che era in crisi a causa di speculazioni errate. Probabilmente i farinet vallesi, oggi come allora, rimarranno un fenomeno marginale, mito trasfigurato di un mondo più giusto.

Il bitcoin è superiore al farinet, ma nonostante ciò potrebbe fallire

Il bitcoin è una valuta parallela globale. A differenza delle valute tradizionali, non viene creata da una banca centrale sovrana, ma dalla totalità dei membri della rete. È disponibile esclusivamente in formato digitale e non in formato cartaceo.

La "blockchain", ossia la sua base tecnologica, è forte e probabilmente può essere persino considerata un "gold standard" digitale. Tuttavia, le controversie sulla sua legalità e legittimità potrebbero causare il fallimento del bitcoin. In quanto terreno fertile per denaro sporco e capitali in fuga, appare un anacronismo del XX secolo. Ciò che lo rende il bersaglio ideale di sanzioni politiche.

Poiché il bitcoin non viene emesso da alcuna banca centrale, dispone di pochi alleati. Con il bitcoin, un salvataggio del sistema finanziario come quello che avvenne nel 2008 sarebbe stato impossibile, a causa della mancanza di trasparenza. Per questa ragione, difficilmente il bitcoin riuscirà ad affermarsi come moneta d'investimento globale.

Ultimo aspetto comunque importante, il bitcoin minaccia un aspetto fondamentale della sovranità statale, ossia il monopolio sulla scelta della valuta nazionale. In breve: il bitcoin non è un Supertrend, ma un "fenomeno transitorio". Troppo poco per assicurare un successo duraturo.