Articoli

Puntare sulla sostenibilità e cogliere nuove opportunità.

Il futuro è sostenibile. Anche molti investitori istituzionali ne sono consapevoli ed è per questo che stanno puntando sempre più su investimenti che tengono conto di criteri ambientali, sociali e di governance (ESG). La crescente domanda di soluzioni d'investimento sostenibili sta comportando un forte aumento dell'offerta da parte delle banche.

L'offerta di investimenti sostenibili cresce rapidamente

Gli investimenti sostenibili stanno diventando sempre più importanti nell’ambito delle decisioni d’investimento. Una recente indagine di mercato di Swiss Sustainable Finance (SSF) ha dimostrato che il volume degli investimenti sostenibili, basati su criteri ESG, è aumentato complessivamente del 31 per cento nel 2020, attestandosi a 1520,2 miliardi di franchi svizzeri. Il volume dei fondi sostenibili è salito a 694,5 miliardi di franchi svizzeri, superando per la prima volta i fondi d'investimento tradizionali. Tuttavia, le caratteristiche degli investimenti sostenibili variano, da criteri di esclusione relativamente indulgenti fino a strategie ESG fortemente focalizzate.

La crescita sostenuta mostra chiaramente che la tendenza verso investimenti sostenibili è destinata ad accentuarsi in futuro. I clienti istituzionali giocano un ruolo significativo in questo sviluppo. Essi infatti rappresentano circa il 72 per cento di tutti gli asset ESG. Questo implica che gli investitori istituzionali hanno l'opportunità di giocare un ruolo pionieristico per quanto riguarda gli investimenti responsabili.

Gli incentivi per gli investimenti ESG sono vari

Ci sono molteplici ragioni per cui gli investitori istituzionali scelgono sempre più di impegnare il proprio denaro negli investimenti ESG. Da un lato, il crescente interesse nei confronti degli investimenti nella sostenibilità è dovuto a maggiori regolamentazioni. Questo include, per esempio, l’«Agenda 2030 per uno sviluppo sostenibile», un’ordinanza del Parlamento europeo e del Consiglio del 2019, riguardante i valori di riferimento dell'UE per il cambiamento climatico.

Dall’altro, anche gli investitori e gli assicurati stanno diventando sempre più consapevoli delle tematiche ESG. Gli investitori istituzionali tengono conto dei criteri di sostenibilità per prendere decisioni d’investimento più consapevoli, per mitigare i rischi connessi ai criteri ESG e cogliere le opportunità. Tra gli investimenti possibili che mostrano delle opportunità nell’ambito ESG sono inclusi asset di infrastrutture rinnovabili o nuove tecnologie che promuovono la decarbonizzazione dell’industria.

Gli ESG Leaders sono apprezzati dagli investitori istituzionali

Non da ultimo, la crescita nel settore degli investimenti sostenibili è dovuta anche alla performance positiva degli asset ESG. Gli indici ESG Leaders spesso superano i loro indici di riferimento. Per questo motivo, questa classe di investimento è diventata molto apprezzata dagli investitori istituzionali.

Gli indici ESG Leaders, come ad esempio MSCI ESG Leaders, includono azioni che superano i concorrenti dello stesso settore industriale in termini di tutela ambientale, sostenibilità sociale e buona pratica di Corporate Governance. Nonostante questa riduzione dell’universo d'investimento, gli ESG Leaders mostrato un rischio ridotto di scostamento dagli indici di riferimento, dato che l'allocazione settoriale rimane invariata. Costituiscono così il giusto equilibrio tra sostenibilità e diversificazione.

Soddisfare la crescente domanda con nuove soluzioni

A seguito della crescente domanda di investimenti ESG, negli ultimi tre anni anche l'offerta di fondi pertinenti è cresciuta in modo esponenziale. Tuttavia, la rapida crescita e i molteplici approcci diversi nell’ambito degli investimenti sostenibili hanno reso il mercato più confuso.

Per soddisfare la forte domanda di soluzioni sostenibili, la Borsa svizzera SIX ha sviluppato per i suoi indici ESG un processo di selezione in tre fasi. In questo modo si evita di investire in settori controversi e nei ritardatari del rispettivo settore, il che può aiutare a migliorare le caratteristiche di rischio-rendimento dei portafogli di investimenti.

In concomitanza con il lancio degli indici ESG di SIX, Credit Suisse Asset Management ha messo a disposizione dei suoi clienti due nuovi fondi su azioni svizzere e obbligazioni in CHF, che replicano questi nuovi indici.

Nuova metodologia per soluzioni ESG indicizzate

Credit Suisse Asset Management si affida agli indici MSCI ESG Leaders per i suoi fondi azionari indicizzati sostenibili. MSCI ESG continua ad ampliare la sua offerta di dati ESG, come ad esempio nel settore del clima, affinché i fondi indicizzati sostenibili di Credit Suisse Asset Management possano ridurre ulteriormente la loro impronta ambientale.

Inoltre, le soluzioni ESG indicizzate di Credit Suisse Asset Management impiegano metodologie ESG come l'esclusione, l'impact rating o il weight tilting. Esse sono applicate ai prodotti ESG passivi come segue:

Metodologie ESG per soluzioni indicizzate

Investimenti ESG

Panoramica delle diverse metodologie
Fonte: Credit Suisse Asset Management (Svizzera) SA

Al momento, con 28 fondi indicizzati sostenibili, Credit Suisse Asset Management offre la gamma più ampia per gli investitori istituzionali in Svizzera. Inoltre, l’offerta di fondi viene costantemente ampliata e adattata alle mutevoli esigenze dei clienti.

Desiderate saperne di più su questo argomento?

Richiedere una consulenza This link target opens in a new window