Investire alla fonte
News and Insights

Investire alla fonte: l’era dell’automazione è arrivata

L’automazione ha la capacità di generare enormi guadagni di efficienza, riducendo l’entità delle spese complessive e migliorando la produttività lungo la catena di fornitura. Ma c’è un altro motivo, più importante, per il quale la robotica e le altre tecnologie dell’automazione meritano attenzione: i costi.

Crescita esponenziale della robotica e dell’automazione

Già nel 1965 Gordon Moore, fondatore di Intel, aveva previsto la vertiginosa rapidità dell’innovazione tecnologica: si era infatti accorto che il numero di transistor presenti sui chip e la complessità dei circuiti integrati raddoppiava ogni anno, rendendoli esponenzialmente meno cari, più veloci e più piccoli. E aveva pronosticato che questo trend sarebbe continuato anche in futuro.

La «legge di Moore», com’è stata poi definita la sua intuizione, si è dimostrata esatta non solo per i transistor, ma per la tecnologia in tutte le sue forme. La tecnologia, infatti, costa sempre meno e, con il passare del tempo, diventa più veloce e più piccola. La robotica non fa eccezione. Già adesso i prezzi dei robot e della tecnologia dell’automazione stanno scendendo.

Maggiore è la riduzione dei costi e più gli investimenti nell’automazione diventano accessibili per un numero sempre maggiore di aziende, innescando così un effetto a catena che si traduce in un boom. L’anno scorso, la Federazione internazionale di robotica (IFR) aveva annunciato una crescita annuale dell’8% dopo che, nel 2015, le vendite mondiali di robot erano arrivate a quota 240.000 unità. Ma le cifre relative alla crescita sono ancora più promettenti.

Secondo le stime dell’IFR, infatti, nel 2018 saranno operativi in tutto il mondo 2,3 milioni di robot1, un’autentica esplosione rispetto alle sole 240.000 unità vendute nel 2015.

La diffusione delle tecnologie di automazione

I settori in cui l’automazione sta guadagnando più terreno sono l’industria automobilistica e il comparto dell’elettronica in Cina. «Solo qualche anno fa i produttori si potevano contare sulle dita di una mano», dichiara Joe Gemma2, presidente e CEO di KUKA Robotics Corporation. «È un settore che, in Cina, si sta affermando con forza, dotandosi dei mezzi per fabbricare robot oltre che ad utilizzarli».

A titolo esemplificativo, nel 2014 l’industria automobilistica cinese ha registrato un aumento dei robot a 21’000 unità installate rispetto alle 14’000 dell’anno precedente. Un’evoluzione che, nel settore dell’elettronica, è stata ancora più spettacolare: le vendite e le installazioni di robot sono passate da appena 6.500 nel 2013 a ben 16.000 nel 2014.2

L’elemento chiave è che queste società si stanno espandendo dalla Cina alla Silicon Valley. In alcuni casi si tratta di venture capital, in altri della creazione di think tank, ma il risultato, alla fine, è lo stesso: le tecnologie dell’automazione, non più appannaggio della fantascienza, stanno diventando il nuovo paradigma di come si fanno affari.

Opportunità d’investimento a lungo termine

Alcuni anni fa, quando le società avevano iniziato a ridurre i costi optando per il cloud computing, le aziende del settore che offrivano questa soluzione avevano avuto grande successo3 ed erano cresciute insieme al settore in quanto le loro tecnologie avevano favorito la nascita di altre società. Adesso è il turno delle società specializzate nell’automazione.

Gartner prevede4 che, entro il 2017, circa il 75% delle principali aziende avrà almeno quattro grandi tecnologie dell’automazione nel portafoglio di gestione IT, mentre il numero totale di venditori aumenterà del 50% (sebbene il numero di venditori attuali diminuirà del 20%). Tutte queste aziende avranno bisogno di software per far funzionare questi sistemi e in aggiunta ad un insieme di nuovi componenti specifici, come sensori. Quindi, proprio come le società di cloud computing negli ultimi anni, le aziende specializzate in tecnologia dell’automazione sono destinate a vivere una fase di grande sviluppo nel prossimo futuro.

Con l’affermarsi delle tecnologie legate all’automazione, le aziende che adottano la robotica e l’intelligenza artificiale beneficeranno sempre più di questo trend. Ma la vera opportunità va colta scommettendo sulle aziende che sviluppano questo genere di tecnologie e si occupano della manutenzione.