Arte Goya: The Portraits

Goya: The Portraits

Per celebrare la sponsorizzazione di Credit Suisse dell'importante mostra 'Goya: The Portraits' presso la National Gallery di Londra, la banca esplora le vite dei soggetti ritratti dall'artista attraverso la tecnologia mobile.

D'importanza centrale per il sostegno di Credit Suisse alla National Gallery - una collaborazione che dura dal 2008 - è la possibilità di estendere a più persone l'accesso all'arte, e a tale proposito un imponente manifesto a Trafalgar Square con una selezione di ritratti di Goya, attira l'attenzione dei passanti.

Il messaggio è quello di far rivivere i ritratti dell'artista usando il proprio smartphone. Gli utenti fotografano i soggetti di Goya raffigurati nel manifesto, e una tecnologia di riconoscimento immagine genera un'esclusiva audioguida sulle persone ritratte.

Le audioguide, della durata di un minuto ciascuna, sono state create da Credit Suisse in onore dell'unica mostra dedicata esclusivamente ai ritratti di Goya, che si terrà dal 7 ottobre 2015 al 10 gennaio 2016. Una volta terminata l'audioguida, l'utente ha la possibilità di risentirla, esplorare un altro dipinto o conoscere più da vicino la partnership tra Credit Suisse e National Gallery.

La mostra ospita circa la metà dei ritratti di Goya, provenienti da collezioni pubbliche e private da Sao Paulo a New York, da Stoccolma al Messico, oltre a importanti contributi del Museo Nacional del Prado di Madrid. Alcuni dipinti, custoditi finora presso le abitazioni private degli eredi dei modelli, verranno esposti al pubblico per la prima volta.

L’esposizione esplora lo sviluppo tecnico, stilistico e psicologico di Goya ripercorrendone la carriera dagli esordi alla corte di Madrid alla sua nomina come primo pittore alla corte di Carlo IV e come ritrattista di maggiore successo negli ambienti aristocratici spagnoli.

Accanto a dipinti su tela a grandezza naturale, l'esposizione comprende miniature su rame nonché raffinati disegni a gessetto nero e rosso. Tra i ritratti presentati, una delle perle destinate a generare grande interesse è l'iconico "Duchessa di Alba", che ha lasciato solo una volta gli Stati Uniti e non è mai stato esposto in Gran Bretagna. Questo dipinto del 1797, prestato dalla Hispanic Society of America di New York, ritrae l'amica e protettrice di Goya vestita da 'Maja', in abito nero e con 'mantilla'.

Goya

Il Dr Xavier Bray, curatore della mostra, ritiene che la mostra 'Goya: The Portraits' offra la possibilità di "rivalutare lo status di Goya come uno dei maggiori ritrattisti della storia dell'arte".

"Il suo approccio innovativo e non convenzionale ha fatto evolvere la ritrattistica grazie alle sue capacità introspettive verso i suoi modelli, anche nei più grandiosi e memorabili ritratti formali", spiega il Dr Bray. 

Le audioguide di Credit Suisse offriranno uno sguardo introduttivo sulla vita di alcuni di questi personaggi. L'impegno di Credit Suisse a favore dell'arte si riflette nella lunga collaborazione con la National Gallery, che attira più di 6,5 milioni di visitatori all'anno. Attraverso questa partnership vengono finanziati mostre e programmi educativi nonché la fascia di apertura serale della National Gallery.

Garrett Curran, CEO di Credit Suisse nel Regno Unito, ha dichiarato: "Siamo molto lieti di sponsorizzare 'Goya: The Portraits', che sarà la prima mostra esclusivamente dedicata al lavoro di Goya come ritrattista. Offrirà ai visitatori la rara opportunità di seguire i cambiamenti significativi che ebbero luogo nella storia politica e sociale europea nonché i protagonisti della lunga vita dell'artista".

Il Dr Gabriele Finaldi, direttore della National Gallery, ha commentato: "Questa esposizione rappresenta il miglior studio di ritratti di uno degli artisti più profondi e incisivi che abbia mai tenuto un pennello in mano. Lo sguardo di Goya riesce a oltrepassare l'apparenza esterna e rivela la fragilità, la forza, la follia e la sapienza umane".