Commitments in Switzerland Iniziativa contro la
disoccupazione giovanile

Iniziativa contro la
disoccupazione giovanile

Credit Suisse è impegnato a migliorare le opportunità professionali dei giovani. Con la sua iniziativa "Insieme contro la disoccupazione giovanile", tra il 2010 e l'inizio del 2015 ha sostenuto diversi programmi con fino a 30 milioni di franchi svizzeri.

L'obiettivo dell'iniziativa era di agevolare l'accesso al mondo del lavoro al maggior numero di giovani possibile. Ad aprile 2015 questa iniziativa di successo è stata posta sotto l’egida dell’associazione mantello "Check Your Chance", sostenuta dalla banca durante la fase di costituzione.

Nuestro impegno

Nell'ambito dell'iniziativa "Insieme contro la disoccupazione giovanile" aiutiamo il maggior numero possibile di giovani a ottenere un rapporto di lavoro regolare in collaborazione con sei organizzazioni partner di pubblica utilità. I programmi completano efficacemente gli interventi statali in atto in tutte le zone del paese. Dall'avvio dell'iniziativa nel 2010 alla fine del 2014 sono stati oltre 8300 i giovani adulti che hanno beneficiato di un sostegno attraverso corsi di formazione e assistenza individuale. Dopo una fase di sviluppo durata oltre quattro anni, i sei programmi funzionano efficacemente ed efficientemente e contribuiscono a lungo termine a ridurre il deficit di personale specializzato in Svizzera.

Accento posto sull'ingresso nel mondo del lavoro

L'ingresso nel mondo del lavoro è determinante per il futuro di un giovane e può rappresentare un duro ostacolo nella sua vita. Insieme ai nostri partner vogliamo contribuire ad assicurare al maggior numero possibile di giovani una formazione professionale e a integrarli nel mercato del lavoro. Nel caso in cui, nonostante gli sforzi personali e dopo un tirocinio o un corso di studio, il giovane non riesca a trovare un primo impiego, la via da percorrere verso l'occupazione per la quale si è preparato o verso il posto desiderato può rimanere bloccata a lungo. A lungo termine, questo fenomeno comporta dei costi per la società. Altrettanto difficile è la situazione per i giovani che non hanno assolto una formazione professionale iniziale. L'iniziativa per la lotta alla disoccupazione giovanile si rivolge anche a questi giovani e contribuisce così a promuovere nel lungo periodo la piazza formativa e lavorativa svizzera.

L'iniziativa in cifre

8300

goviani hanno beneficiato di corsi di formazione e assistenza individuale

70

dei partecipanti ai programmi riesce a entrare nel mondo del lavoro o a frequentare corsi di formazione/perfezionamento

5300

giovani hanno concluso con successo uno dei programmi

3200

giovani hanno successivamente ottenuto un contratto di lavoro a tempo indeterminato

1000

giovani hanno ottenuto un'occupazione a tempo determinato

1000

giovani hanno iniziato un corso di formazione/perfezionamento

Le cifre riportate si riferiscono al periodo 2010-2014

I nostri partner

Il Credit Suisse ha siglato contratti di partnership con sei organizzazioni non profit selezionate e supporta progetti che intendono accompagnare i giovani nel passaggio dalla scuola a un rapporto di lavoro regolare (Passaggio II).

Organizzazioni partner

Fondazione integrazione per tutti: ampliamento geografico del progetto ginevrino jeunes@work a Giura, Vallese e Vaud

In un periodo di tre mesi, apprendisti e diplomandi del livello secondario II riceveranno una formazione basata su corsi, coaching individuale e stage, volta a prepararli al passaggio alla vita professionale. Inoltre, i partecipanti verranno assistiti nella ricerca del loro primo posto di lavoro. Dopo la fase di avvio, oggi il programma coinvolge in Romandia circa 600 giovani ogni anno. jeunes@work persegue con successo i suoi obiettivi dal 2008 nel canton Ginevra, con il sostegno del cantone stesso e della Segreteria di Stato dell‘economia (Seco).

Per ulteriori informazioni: www.fondation-ipt.ch

Labor Transfer SA: integrazione professionale degli studenti delle scuole secondarie cantonali

Gli studenti delle scuole secondarie cantonali seguiranno un'istruzione basata su corsi, coaching individuale e stage, volta a prepararli al passaggio alla vita professionale. Inoltre, i partecipanti verranno assistiti nella ricerca del loro primo posto di lavoro. Questo progetto è stato ideato secondo le esigenze particolari del Canton Ticino. Il progetto rientra nell'ambito di una collaborazione non profit con Labor Transfer SA.

Per ulteriori informazioni: www.labor-transfer.ch

Associazioni per tirocini con certificato di formazione pratica: incentivazione di studenti che vogliono conseguire l'attestato e sensibilizzazione al certificato

I primi tirocini con certificato, introdotti soltanto nel 2006, sono ancora poco conosciuti. Le associazioni Lernwerk (AG), overall (BS), fribap (FR), Bildungsnetz (ZG) e Chance (ZH) hanno deciso di unire le proprie forze al fine di sensibilizzare le imprese sulle competenze e le possibilità di impiego dei tirocinanti. Al contempo, i circa 100 tirocinanti di queste organizzazioni che concludono ogni anno il loro apprendistato verranno seguiti e assistiti durante la ricerca di un posto di lavoro fisso.

Per ulteriori informazioni: www.lernwerk.ch

SOS associazioni regionali: integrazione professionale in dieci località di giovani che hanno terminato il tirocinio ma che sono senza lavoro

Ogni anno fino a 600 giovani che hanno concluso il tirocinio senza poi trovare un lavoro vengono assistiti e seguiti fino a quando non trovano un impiego fisso e a lungo termine. L'accento viene posto sulla compensazione delle loro lacune sia a livello pratico che teorico. Questo processo transitorio non dovrebbe durare in media più di 4 mesi. Il programma è offerto dalla maggior parte delle sedi regionali del SOS.

Per ulteriori informazioni: www.sah.ch

Fondazione Speranza: assessment in campi professionali alternativi con prospettive di lavoro per giovani che hanno terminato il tirocinio

Tramite assessment individuali e specifici, i giovani disoccupati potranno scoprire quale settore professionale si addice di più a loro e quale riorientamento professionale potrebbe essere una valida opzione per loro. Questi assessment, appoggiati da oltre 30 associazioni professionali, sono stati elaborati in collaborazione con esperti dell'Università di Zurigo.

Per ulteriori informazioni: www.stiftungsperanza.ch