Chi siamo Press Release

Press Release

Il Purchasing Managers' Index (PMI) compie 10 anni

Studio del Credit Suisse sul Purchasing Managers' IndexIl Purchasing Managers' Index (PMI) svizzero festeggia oggi il suo decimo anniversario. Il PMI è un indicatore di previsione congiunturale che riflette ogni mese l'andamento dell'attività nell'industria svizzera. Grazie all'elevata correlazione con le statistiche ufficiali diffuse prevalentemente più tardi, il PMI è un prezioso strumento per valutare l'evoluzione della congiuntura macroeconomica, come ben spiega il dipartimento di ricerca economica (Economic Research) del Credit Suisse nella sua ultima pubblicazione.

Esattamente dieci anni fa gli economisti del Credit Suisse e l'Associazione Svizzera per l'Approvvigionamento e l'Acquisto (ASAA) crearono il PMI per la Svizzera ricalcando il modello americano. Da allora, accanto al barometro congiunturale del Centro di ricerche congiunturali del Politecnico federale di Zurigo, esso è diventato il principale indicatore previsionale della Svizzera. Il PMI si basa su un sondaggio svolto ogni mese presso membri dell'ASAA.

Rapida disponibilità ed elevata correlazione con il prodotto interno lordo reale
Il sostanziale vantaggio del PMI rispetto a equiparabili statistiche ufficiali consiste nella sua rapida disponibilità. L'indicatore del Credit Suisse e dell'ASAA permette così una visione tempestiva dell'andamento congiunturale in Svizzera. Il PMI ha dimostrato la sua affidabilità soprattutto nell'individuare la tendenza a breve termine dell'andamento macroeconomico. Grazie alla stretta correlazione con la crescita effettiva del prodotto interno lordo reale vengono mostrate le inversioni di rotta congiunturali con un anticipo medio di tre-sei mesi. Benché rappresenti "soltanto" l'industria manifatturiera, il PMI evidenzia una stretta attinenza con il prodotto interno lordo. Sebbene generi solo un buon quarto del valore aggiunto complessivo, per effetto della sua importante domanda di servizi il settore industriale svizzero è ampiamente responsabile delle fluttuazioni all'interno del ciclo congiunturale.

I sottoindici forniscono informazioni supplementari in modo affidabile e tempestivo
Oltre che dall'indice globale ponderato si possono ricavare informazioni rilevanti sull'andamento della congiuntura anche dalle sue componenti. Lo studio raffronta i sottoindici produzione, occupazione e prezzi con le statistiche ufficiali equiparabili. In tutti e tre i confronti risulta un'elevata corrispondenza. Ad esempio, la correlazione fra la componente del PMI produzione e i rispettivi dati raccolti dall'Ufficio federale di statistica è di 0,95 (una correlazione pari a uno corrisponderebbe a una perfetta sovrapposizione). Il vantaggio del sottoindice produzione del PMI rispetto al corrispondente indice dell'Ufficio federale di statistica consiste nella disponibilità dei dati molto più rapida. La statistica sulla produzione è pubblicata entro i due mesi successivi al trimestre, mentre il PMI con i suoi sottoindici viene calcolato e pubblicato a intervalli mensili.

Il PMI quale strumento per osservare e prevedere la congiuntura
La rapida disponibilità unita all'elevata corrispondenza con le statistiche ufficiali rendono il PMI uno strumento prezioso per osservare e prevedere l'andamento congiunturale del settore industriale svizzero e della macroeconomia. Il PMI viene pubblicato dall' Economic Research del Credit Suisse nel primo giorno lavorativo di ogni mese, alle ore 15:00. Anche oggi alla stessa ora si ripete l'appuntamento con il PMI, per la prima volta nell'undicesimo anno.

La base è il sondaggio mensile condotto dall'ASAA
Il PMI si basa su un sondaggio svolto ogni mese presso membri dell'Associazione Svizzera per l'Approvvigionamento e l'Acquisto (ASAA). Vengono interpellati circa 200 responsabili acquisti di imprese industriali svizzere, che devono pronunciarsi sull'andamento dell'attività nel mese corrente rispetto a quello precedente. Le domande sono di tipo qualitativo e riguardano otto ambiti: produzione, portafoglio ordini, quantità degli acquisti, prezzi d'acquisto, tempi di consegna, giacenza acquisti, giacenza prodotti finiti e occupazione. Le relative risposte confluiscono dopo un semplice calcolo in sottoindici aventi lo stesso nome, di cui cinque vanno a formare l'indice ponderato PMI.